Vacanze: la valigia delle medicine

Teaser Description: 
Dalla fisiologia "fai da te" all'arnica. Le dritte di pediatra e farmacista family friendly

Tempo di valigia? Sei tra quelle che partono con doppio bagaglio (uno solo per le medicine) o tra quelle che non portano neanche un cerotto? Ecco qualche dritta, con l’aiuto della farmacista family friendly Antonella Soma (Parafarmacia Soma) e della pediatra family friendly Francesca Brambillasca.

LA VALIGIA “TRADIZIONALE”
Non esagerare, è la parola d’ordine. “Tanto finisce sempre che nella borsa manca proprio ciò di cui abbiamo bisogno…”, inizia la pediatra. Ok al termometro, che può sempre servire e occupa poco spazio. Per le medicine “bastano un antifebbrile, un antiinfiammatorio e dei fermenti lattici”, continua la farmacista.  E se il tuo bambino soffre di stipsi non dimenticare supposte o micro clismi.

TRASFERTE EUROPEE
Se vai all’estero basta qualche accortezza.  Innanzitutto ricorda il tesserino che vale per l’assistenza medica nell’Unione Europea. Fai una foto ai bugiardini delle medicine che usa di solito il tuo bimbo, così hai con te il nome del principio attivo. Può essere comodo un antibiotico, da prendere sempre su consiglio del medico straniero.E per guadagnare spazio niente confezioni esterne, ma solo il blister o il barattolo, accompagnato dal foglietto illustrativo (o dalla sua foto).  Verifica sempre le date di scadenza e ricordati che in aereo non puoi avere flaconi con più di 100 ml di contenuto. Meglio tenere nel bagaglio a mano i farmaci di cui potresti avere bisogno…metti che la valigia vada persa…

VIAGGI ESOTICI
Se la meta sono Paesi lontani con abitudini alimentari e igieniche diverse, meglio partire equipaggiati. Innanzitutto vaccinazioni in regola (al centro vaccinale di via Statuto trovi tutte le indicazioni necessarie). Poi borsa d’emergenza: disinfettante, cerotti, steri strip (utili certosini rinforzati per tagli profondi), pomata per scottature, arnica gel per ematomi, paracetamolo o ibuprofene come antidolorifici e antipiretici. Precauzioni: acqua sempre confezionata, disinfettante per le mani, zanzariere o repellenti cutanei per insetti. Al massimo una siringa per lavare il naso: il sale per la soluzione fisiologica si trova ovunque. Ecco la ricetta della fisiologica home made: 1 litro di acqua e 9 gr sale, all'incirca 1 cucchiaino.

SOTTO IL SOLE
“Che sia mare, montagna o città non possono mancare le creme protettive per il sole (50 per i bambini) e quelle lenitive doposole, per idratare la pelle.  Soprattutto i bimbi devono indossare sempre occhiali da sole e cappellino. Se si ribellano almeno bagna loro sempre la testa. E può essere utile un collirio blando, anche semplicemente alla camomilla, per combattere gli occhi rossi da esposizione al sole” consiglia la farmacista. La dritta in più: meglio impanare i bambini di crema protettiva quando sono senza vestiti. Una volta usciti di casa si rischia di dimenticare alcune parti del corpo: vicino al linguine, nelle parti laterali della schiena, dietro il ginocchio. E la crema va spalmata ogni 2-3 ore e sempre dopo il bagno, anche se waterproof.

INSETTI, MEDUSE, API E RAGANELLE
“Per tenere lontane zanzare e insetti comincia prima. Si può fare prevenzione, con prodotti omeopatici” consiglia la farmacista. E usa repellenti, anche naturali, quando sei all’aria aperta. “I bimbi che hanno reazioni importanti alle punture di insetto necessitano di crema particolari come quelle con cortisone e antibiotico e magari antistaminico per bocca” spiega la pediatra.
Per i cattivi incontri in acqua invece la prima regola è sempre sciacquare la parte colpita con acqua di mare (e non acqua dolce) e se possibile applicare un composto di bicarbonato e acqua che inattiva il veleno.

IL VIAGGIO
La cinetosi, cioè il mal di macchina, è spesso una condizione nota ai genitori. La pediatra consiglia: viaggia di notte per facilitare il rilassamento e l'addormentamento del piccolo sofferente, pasto leggero prima della partenza, grissini o cracker da stuzzicare durante il viaggio e sistema i bambini nel punto più stabile della vettura. Esistono rimedi naturali basati sulla pressione dei punti di agopuntura utili a contrastare la nausea (polsini) e chewing gum a base di zenzero, pianta con proprietà antiemetiche. Come farmaco per bambini viene utilizzato il dimenidrinato in compresse o chewing gum.

Di Cristina Colli
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero