Usa: un film sui genitori che migliorano la scuola

Teaser Description: 
"Won't Back Down" racconta pro e contro della legge "parent trigger"

Won't Back Down, un film sui genitori che migliorano la scuola con il parent triggerViola è una mamma arrabbiata  e frustrata dal fatto che la scuola pubblica  frequentata dalla figlia crolli a pezzi e non stimoli i bambini. Ed è anche la protagonista, interpretata dall'attrice Maggie Gyllenhaal, del fim Won't Back Down , appena uscito in America, che fa molto discutere i genitori.

Il motivo? Al centro della pellicola c'è il "parent trigger", la legge, in vigore in 14 Stati americani, che consente a un genitore scontento della scuola frequentata dai figli di richiedere nuovi dirigenti che l'amministrazione pubblica è tenuta a fornire. Oppure di chiedere l'intervento di una "charter school", e cioè di una scuola privata, finanziata con denaro pubblico, che ha uno statuto e delle regole decise dai genitori e dagli insegnanti. L'unica condizione per poter formulare queste richieste è che almeno il 15% delle famiglie che frequentano la scuola la giudichino scadente e vogliano attivarsi. 

La legge già di suo fa discutere: dal 2009 ad oggi, in California, primo stato ad averla approvata, il numero di istituti che sono stati effettivamente migliorati da un "parent trigger" si contano sulla punta delle dita. Il film aggiunge benzina sul fuoco perchè, da un lato, mostra insegnanti e genitori uniti nel voler migliorare la scuola e fare uso del parent trigger (caso da molti giudicato lontanissimo dalla realtà) e perchè, dall'altro, secondo alcune associazioni di genitori stimolerebbe all'odio e alla protesta verso le istituzioni.

In attesa di vedere il film, sospendiamo il giudizio..

Per dare un'occhiata ai trailer del film clicca qui

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero