Agenda

Archivio News

Un manifesto pedagogico per Milano

Teaser Description: 
Il Comune forma un tavolo di riflessione per aiutare le famiglie

Manifesto pedagogico per MilanoUn Manifesto pedagogico per Milano. Che affronti, e proponga soluzioni, su temi come i tempi dei bimbi e della città, i servizi all'infanzia, il bisogno di conciliazione e di flessibilità delle famiglie. Un manifesto che detti le linee guida dei nuovi servizi educativi del Comune a partire dalle nuove esigenze di bimbi, genitori e nonni. Con un'attenzione particolare ai bambini disabili.

A stenderlo, sarà un gruppo di lavoro composto da Susanna Mantovani, docente di Pedagogia all’Università Milano Bicocca, lo psicoterapeuta Fulvio Scaparro, Milena Santerini, docente di Pedagogia all’Università Cattolica, Pier Cesare Rivoltella, docente di didattica e tecnologie dell'istruzione all’Università Cattolica,Emanuela Maggioni, neuropsichiatra infantile della Fondazione Benedetta D’Intino, Gian Vincenzo Zuccotti, Direttore della Clinica Pediatrica Università degli Studi - Ospedale Sacco, il giornalista Franco Bomprezzi e don Virginio Colmegna, presidente della Casa della Carità.

La vicesindaco Maria Grazia Guida ha annunciato che in questo  progetto di riflessione e progettazione dei servizi educativi per Milano, chiamato "Maggio 2012", saranno coinvolti anche educatori e cittadini.

Le linee guida proposte nel Manifesto saranno applicate a partire dall'anno educativo 2012/2013.

Per approfondire i temi che verranno affrontanti nel Manifesto clicca qui

Mi associo alla persona che

Mi associo alla persona che ha lasciato il commento precedente e confermo la stranissima situazione in cui gli asili hanno posto i genitori che lavorano. Onestamente, anche se non potrei permettermelo, sto veramente pensando di lasciare l'impiego per stare piu' con mio figlio ed evitare l'asilo.

Se impari a giocare prima di immergerti nel mondo dei giochi di Casino Online, scommettere in un casino online può essere un’esperienza divertente.

Il mio consiglio sincero è

Il mio consiglio sincero è di non lasciare il lavoro (soprattutto se ti dà un minimo di soddisfazione e gratificazione). é dura conciliare tutto e gli asili certo non ci vengono incontro ma io cerco di rendere di qualità il (poco) tempo che passo con le mie figlie. (probabilmente averle con me tutto il giorno scoppierei! e son convinta che l'asilo sia un'esperienza positiva per i bambini)

Vorrei proprio sapere questo

Vorrei proprio sapere questo gruppo di lavoro cosa ne pensa dei nuovi orari di asili nido e scuole del'infanzia.......
io devo lasciare le mie figlie un'ora in più all'asilo tutti i giorni (passano così da 8 ore e mezza a 9 e mezza di tempo passato all'asilo) perchè hanno tolto l'uscita delle 16.15. Ma è una colpa lavorare dico io??

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero