Agenda

Archivio News

Tutti Ballano, con Dance Ability®

Teaser Description: 
Da L'Arcobalenodanza lezioni di danza per bimbi abili e disabili insieme e corsi per imparare a insegnarla

Un corso di danza per tutti, indipendentemente da abilità, disabilità, età, condizione fisica e mentale. Succede in via Solari, da L'Arcobalenodanza. Qui c’è un corso integrato di DanceAbility®. Si chiama Movimento creativo per bambini, abili e diversamente abili, con Monica Morselli ed è per bimbi dai 6 ai 10 anni. E sempre qui è partito con Laura Banfi (Insegnante, performer e regista) "Danza oltre le abilità”, un corso di formazione biennale che permette ai partecipanti (danzatori, insegnanti di danza, attori, educatori, operatori sociali, insegnanti) di imparare a gestire gruppi integrati grazie all'acquisizione di elementi di DanceAbility®.   Una bella notizia visto che per i bimbi con disabilità i corsi integrati (da fare con coetanei abili) sono rari.  “Sono poche le proposte per i bambini con disabilità, così non hanno la possibilità di scegliere, perché tutto si incentra sulla parola terapia e non si pensa al loro tempo libero” spiega Laura Dones, che coordina il centro de L’Abilità onlus Agenda Blu per i bambini con disturbi dello spettro autistico.

RADIOMAMMA: Cosa è la DanceAbility®?
BANFI: E’ una metodologia che desidera rendere il linguaggio della danza accessibile a tutti, indipendentemente da abilità, disabilità, età, senza preclusioni di esperienza o di condizione fisica e mentale. Si sviluppa attraverso la tecnica dell’improvvisazione e si basa su consapevolezza di sé, relazione e fiducia. E’ una tecnica per cui il bimbo danza subito esprimendo sé nel momento. Ci sono regole che permettono di accordarsi e danzare insieme.

RADIOMAMMA: A chi si può insegnare usando questo metodo?
BANFI: Si rivolge a gruppi che includono bimbi con disabilità e abili. L’incontro tra differenti abilità è la sua prerogativa; in una lezione di DanceAbility® tutti possono fare nuove e diverse esperienze di sé con gli altri, andando oltre i limiti ai quali siamo abituati.

RADIOMAMMA: Come si fa ad insegnare danza a bimbi con disabilità?
BANFI: Occorre trovare il denominatore comune tra i bambini che sono nel gruppo e da lì strutturare la lezione.  Poi si propone l’esercizio, con lo stesso principio ma formulato o strutturato in modo differente in modo da permettere a tutti di partecipare ed apprendere. Faccio sempre una presentazione o descrizione e poi un esempio pratico della presentazione, chiedendo ai partecipanti di aiutarmi nel fare l'esempio. Utilizzo un linguaggio accessibile a tutto il gruppo che ho davanti a me, in base ad età, livello di comprensione ed altri parametri. Ripeto le informazioni con parole differenti. Alcuni comprendono attraverso le parole, altri dalle immagini. Vengono stimolate la relazione con lo spazio, il tempo, sé stessi, l’altro, gli altri. Ci sono momenti in cui si lavora in coppie, piccoli gruppi o con il gruppo intero Coi bimbi l'uso di giochi o "favole" permette di esplorare elementi della danza.  E’ importante che lo spazio dove si fa il corso sia accessibile a tutti i partecipanti.

RADIOMAMMA: Un corso di DanceAbility® è un corso di danza a tutti gli effetti?
BANFI: E’ un corso di danza a tutti gli effetti, la differenza è che si rivolge a tutti i bimbi e permette a tutti coloro che lo desiderano di danzare. E’ una danza in cui la diversità è una ricchezza e non una limitazione. Tutti i bambini possono danzare, non c’è un modo “giusto o sbagliato” di farlo, c’è un modo per insegnare a danzare sostenendo ogni bambino con le sue qualità e particolarità.  Consente ad ogni bambino di comunicare qualcosa di sé attraverso il corpo, partecipando ad una esperienza artistica condivisa.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero