Treno: bimbi viaggiano "da soli" su Italo

Teaser Description: 
Tra i 7 e 13 anni. A 30 o 60 euro + il biglietto

Italo Junior, bamini in treno per l'estateDa soli, in treno. Per raggiungere i nonni, i campus estivi al mare, papà o mamma al lavoro in un'altra città. Con badge di riconoscimento, kit per colorare e un'hostess a farti compagnia finchè arrivi a destinazione.

Tranquilli, non state per leggere il solito articolo su avvenieristici servizi family friendly attivati all'estero, stavolta raccontiamo di un esperimento italiano: dal 15 marzo, i bambini da 7 a 13 anni possono viaggiare così sui treni Italo in partenza dopo le 8 e in arrivo entro le 20. Come esattamente? Con che costi? E con quali misure di sicurezza? Lo abbiamo chiesto a Gianluca Pinto, responsabile marketing del progetto Italo Junior e papà.

Come e con chi viaggiano i bambini?
Nella stazione di partenza sono accolti in Casa Italo dove ricevono un badge identificativo che contiene i documenti relativi al loro viaggio, compresa l'indicazione della persona a cui affidarli all'arrivo,  e quindi sono accompagnati nella carrozza La Club in testa al treno. Una carrozza che non è "passante", per garantire la massima sicurezza ai bambini, e che è continuamente sorvegliata da una hostess o da uno steward. Sono loro ad accogliere i piccoli viaggiatori, offrendo un kit con colori e trasferelli, selezionando un film o un cartone animato da guardare adatto alle diverse età.

Che succede se un bimbo è preso dalla nostalgia o se si scatena tra i passeggeri de La Club che, di norma, è usata da chi viaggia per lavoro e non vuole essere disturbato?
L'accoglienza e l'attenzione ai bambini è parte della formazione delle nostre hostess e steward che, per esempio, possono intervenire facendo spostare i bimbi che hanno bisogno di sgranchirsi le gambe in uno dei salottini della carrozza. 

Quanti bambini possono viaggiare nella carozza e quanto costa il servizio?

Partiamo con 1 bambino per treno, con l'idea di poter accontentare le famiglie che magari devono far viaggiare due fratelli in tempo per le vacanze estive. Il costo del servizio si compone sommando al prezzo del biglietto 30 euro per le tratte brevi e 60 per quelle lunghe.  Per fare qualche esempio, approfittando degli sconti per i minori, con 119 euro un bimbo può viaggiare da Milano a Roma e con 60 euro da Roma a Napoli.

Diamo un'occhiata all'estero.  In Francia, i servizi di trasporto per bimbi non accompagnati prevedono sconti comitiva e sui loro portali di prenotazioni  incentivano i genitori a "fare gruppo" perchè i figli possano viaggiare con altri coetanei. In Svizzera e in Giappone le famiglie viaggiano invece in carrozze dedicate, con angolo morbido per gattonare, sala giochi e baby menù con omogeneizzati. Li considerate esempi interessanti?
Oltre a tariffe dedicate, oggi le famiglie su Italo trovano un bagno attrezzato con fasciatoio, un kit per i bambini, una sala cinema. Inoltre possiamo scaldare pappe e biberon.

Quanti viaggiatori tra i 7 e i 13 vi aspettate per i prossimi mesi?
Non abbiamo fatto delle stime, per il momento ci interessa testare il servizio che, per l'estate, sarà attivo anche sulle nuove tratte della costa adriatica.

Il servizio sarà aperto

Il servizio sarà aperto questo Natale? Se sì da quando?

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero