Restare genitori anche nel divorzio

Teaser Description: 
I dati (e le raccomandazioni) degli avvocati

bambini divorzioI numeri hanno il loro peso: nel 2009 sono stati 100.252 i figli coinvolti nelle separazioni (66.406 minorenni) mentre 49.087 sono stati i figli coinvolti nei divorzi (25.495 minorenni). Negli ultimi 10 anni sono stati coinvolti 1 milione 400 mila ragazzi, pari al numero degli abitanti di Milano.
Sono i dati dell'Associazione Avvocati Matrimonialisti, che preoccupata dell'aumento del fenomeno, raccomanda ai genitori di mantenere una condotta il più possibile equilibrata e condivisa nella gestione dei propri figli e nel percorso educativo. 
“Nonostante i numerosi richiami della magistratura, dell’avvocatura e del mondo delle scienze psicosociali, le coppie italiane (i separati, i divorziati e i conviventi) si contendono i figli come se fossero oggetti da espropriare o, peggio, bottino di guerra anche nell’ambito delle apparentemente miti ‘separazioni consensuali’”, spiega il presidente dell’Associazione avvocati matrimonialisti italiani avv. Gian Ettore Gassani. “I danni subiti dai bambini contesi sono verificabili nelle migliaia di perizie psicologiche depositate nei Tribunali e nell’aumento vertiginoso nel ricorso alla psicoterapia infantile".

L'avvocato ricorda che dall’introduzione della legge sull’affidamento condiviso il 72% dei figli contesi nelle procedure di separazione (47.812) sono stati affidati in via condivisa. Nelle procedure di divorzio, invece, soltanto la metà dei figli è stata affidata ad entrambi i genitori (12.492). "L’istituto dell’affidamento condiviso, sebbene formalmente applicato, non ha affatto risolto il grave disagio dei minori coinvolti nei conflitti genitoriali", avverte Gassani, "poiché anche dopo separazioni e divorzi il 70% dei genitori continua a confliggere e a delegittimarsi reciprocamente incurante della presenza dei figli. Stessa situazione nelle famiglie dei conviventi more uxorio con i ‘figli naturali’, di competenza del giudice minorile, continuamente al centro di aspri conflitti”. 
 

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero