Agenda

Archivio News

Pieni diritti ai figli nati fuori dal matrimonio

Teaser Description: 
Cambia il codice civile. La legge riguarda 100mila bambini

Figli naturali e figli leggittimi con gli stessi dirittiI figli naturali hanno gli stessi diritti di quelli legittimi (cioè quelli nati all'interno di un matrimonio). Lo ha stabilito il 27 novembre l'aula di Montecitorio approvando: Cosa cambia nel concreto per i bimbi - circa 100mila oggi in Italia - nati fuori dal matrimonio?

Rapporti con zii e nonni. Il  vincolo di parentela sussisterà tra le persone che discendono da un medesimo stipite, indipendentemente dal carattere legittimo o naturale della filiazione, in modo da consentire la creazione di rapporti di parentela tra il figlio naturale e la famiglia del genitore. Il riconoscimento quindi non esercita effetti soltanto per il genitore che l'ha effettuato, ma estende la propria efficacia anche sui parenti del genitore stesso. In questo modo, in caso di morte dei genitori, i bambini potranno essere affidati ai nonni e non dati in adozione.

Riconoscimenti. Il figlio nato fuori dal matrimonio può essere riconosciuto dalla madre e dal padre anche se già uniti in matrimonio con un'altra persona all'epoca del concepimento.

Eredità  Anche dal punto di vista ereditario ai figli naturali vengono riconosciuti gli stessi diritti, oltre a quelli di essere mantenuto, educato, istruito e assistito motalmente dai genitori nel rispetto delle sue capacità, inclinazioni naturali e aspirazioni.


Tags:

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero