Pasqua: sorprese sicure nelle uova

Teaser Description: 
I consigli dell'Uni per proteggere i più piccoli

uova di pasquaCioccolato e sorpresa: non esiste di meglio per un bambino alle prese con un uovo di Pasqua. Ce ne sono di tutti i tipi: piccoli, grandi, giganteschi, equosolidali, griffati, di pasticceria, con copyright dei cartoni animati...ma vanno bene per tutti?Come facciamo a sapere se il giocattolo, soprattutto se piccolo e con parti meccaniche componibili, contenuto nell'uovo di Pasqua può rappresentare un pericolo per i bambini?

Sono le domande cui l'Uni - Ente nazionale di Unificazione, associazione non profit che rappresenta l'Italia nelle attività di normazione a livello mondiale (ISO) ed europeo (CEN) per promuovere l'armonizzazione delle norme - offre una risposta, elaborando una serie di consigli in applicazione di una direttiva UE specifica sui giocattoli, le norme UNI EN 71, che stabiliscono requisiti e metodi di prova che garantiscono la sicurezza dei giocattoli per i bambini fino ai 14 anni.

La sicurezza delle sorprese
Affinché le sorprese siano sicure, i giocattoli a norma vengono sottoposti a prove per verificare che i materiali che li costituiscono e i loro rivestimenti non cedano sostanze tossiche quali, per esempio, antimonio, arsenico, bario, cadmio, cromo, piombo, mercurio e selenio.

Inoltre le sorprese non devono essere infiammabili: ad esempio per verificare la non-infiammabilità dei peluche, questi sono messi a contatto con una fiamma per un certo numero di secondi; dopo di che si misura il tempo impiegato dalla fiamma per propagarsi sul giocattolo stesso.

In linea generale, le norme UNI EN 71 prevedono una serie di principi di sicurezza, che rientrano a pieno titolo nei requisiti che una sorpresa contenuta nell'uovo di Pasqua deve possedere:

  • i giocattoli non devono avere bordi taglienti;
  • le parti sporgenti che comportano rischi di perforazione devono essere protette;
  • le eventuali molle e gli altri meccanismi in movimento non possono essere accessibili alle dita;
  • i giocattoli da portare alla bocca e quelli con parti piccole devono avere dimensioni tali da non poter entrare in un "cilindro di prova" che simula le dimensioni della trachea dei bambini.

Leggere bene le istruzioni prima di acquistare
Sono infine di estrema importanza - e garanzia di sicurezza - le avvertenze, le istruzioni per l'uso dei giocattoli, le indicazioni per il montaggio e la manutenzione e, soprattutto considerando la tipologia dei prodotti, il simbolo grafico per l'etichettatura di avvertimento sull'età (una specie di divieto stradale con all'interno l'età minima consentita).
Tale simbolo, che deve apparire o sul giocattolo stesso, o sulla confezione o nelle istruzioni per l'uso, ha infatti lo scopo di informare gli adulti, che il giocattolo potrebbe essere non adatto per un bambino di età inferiore ai tre anni. 

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero