Agenda

Archivio News

Open Day: dritte per genitori

Teaser Description: 
Dal POF all'attivismo, ecco a cosa stare attenti. X scegliere asilo, elementari e medie

Open Day, dritte per i genitori di MilanoOpen Day, sicuro di essere pronto? Che da scegliere ci sia l'asilo, la scuola elementare o la media, pubblica o privata, ecco le nostre dritte x sopravvivere alle tante e imminenti giornate di porte aperte e...per sfruttarle al meglio senza  farsi abbagliare da effetti annuncio.

1) Non farti intimorire dagli altri genitori
C'è la mamma con il figlio genietto che all'open day delle elementari chiede se può iscriverlo direttamente in seconda e il papà madrelingua inglese che si informa sulla pronuncia del professore che insegnerà lingua straniera in prima media...dacci retta, sono loro quelli sbagliati. Non tu. Non tuo figlio.

2) Porta tuo figlio all'open day
Se è piccolo e scatenato, ti farai un'idea di come le educatrici dell'asilo lo accolgono. Se è più grande, ti darà un suo parere sugli spazi della scuola (perchè gli spazi si possono e si devono vedere agli open day: classi, refettori, palestre, bibliotreche..)

3) Arriva preparato
Dai un'occhiata ai siti della scuola (se c'è, se è aggiornato, se ci trovi il link a un blog o a una pagina facebook di genitori) e, se riesci, ferma qualche genitore all'uscita e chiedi una sua opinione sulla scuola. L'open day è un'ottima occasione pert porre domande, e il modo in cui vengono risposte è un'ottica occasione per capire il grado di attenzione e di apertura verso altre istanze che potresti trovare a sollevare in futuro.

3) L'indicatore "attivismo dei genitori"
Certo, c'è la didattica. C'è la logistica. C'è il costo. C'è la mensa. Ma anche l'attivismo dei genitori - come fundraiser, come organizzatori di eventi, magari di campus durante le vacanze di Natale o di Pasqua - dice tantissimo di una scuola. Per dirne una: i genitori volontari sono presenti all'open day? hanno voce nel raccontare la scuola? 

4) Il Pof non basta, fuori i nomi!!
Tra i presidi è gara a sbandierare Pof (piano dell'offerta formativa) farciti di attività extracurriculari: dalla musica al teatro agli incontri per prevenire il bullismo, i disturbi alimentari ecc. Chiedi i nomi delle società e associazioni che offrono queste attività, studiati i programmi, fatti un'idea, personale, della "ciccia" che c'è dietro a un annuncio.

5) Disabilità, dislessia, allergie. Come si pone la scuola su chi ha più bisogno?
Magari non è il tuo caso. Magari non ti riguarderà mai. Magari....Stop. Capire se e come la scuola risponde alle esigenze delle famiglie con bimbi portatori di handicap e con difficoltà di apprendimento ti aiuterà a capire molto dell'ambiente in cui crescerà tuo figlio. 

E tu, che consigli hai da condividere?


Tags:

Concordo con Lucia. Essere

Concordo con Lucia. Essere madrelingua inglesi non e' un difetto!

io aggiungerei che è

io aggiungerei che è importante anche conoscere gli insegnanti che accompagneranno i miei figli. Purtroppo spesso non vengono presentati. Le elementari le ho scelte dopo aver sentito parlare gli insegnanti.e sono rimasta pienamente soddisfatta.
inoltre anche le uscite didattiche sono importanti, la scuola non sono solo libri ma anche scuola di vita visto che poi alle elementari ci stanno per 8 ore.

riguardo al punto 1, no,

riguardo al punto 1, no, neanche loro sono sbagliati. Sono solo diversi.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero