Momcap: genitori a confronto, dal web alla realtà

Teaser Description: 
In corso il Momcap. Dopo Milano altre tappe in Italia

MomCamp: confronto tra genitori dal web alla realtà.

Il 13 giugno si tiene alla Triennale Bovisa il secondo MomCamp di questa estate milanese. Mariela De Marchi ci racconta di cosa si tratta. A cominciare dall'esempio americano dei BarCamp.

Cos'è il MomCamp e cosa si propone?
Il motto dei BarCamp è “tutti partecipanti, nessuno spettatore”. Che significa? Che l’anima del BarCamp è il networking, la possibilità di conoscersi e parlarsi, e naturalmente di ascoltare, partecipando attivamente alla conversazione, chi decide di presentare uno speech. Il MomCamp nasce per far incontrare tutte le mamme online e, soprattutto, le mille comunità su Internet che riuniscono mamme, neomamme e future mamme. Un momento di incontro nel mondo “reale” è utile per conoscersi, confrontarsi, scambiarsi opinioni e magari trovare forme di collaborazione. Si parlerà in particolare di mamme e web, di questioni legate alla maternità ai giorni nostri, di know-how e trucchi per gestire meglio i pargoli. L’evento è rivolto soprattutto alle mamme ma anche a tutti coloro che hanno a cuore l’argomento della maternità – infatti ci sono diversi papà e single che interverranno.

Come funziona esattamente?
All’arrivo, al mattino (verso le 9 - 9.15), i partecipanti si registreranno e riceveranno un badge che consentirà di (ri)conoscersi facilmente – anche i bimbi ne avranno uno. Troveranno anche una lavagna bianca con un quadratino per ogni slot di presentazione e dei post-it. All’inizio la lavagna sarà vuota: saranno gli stessi partecipanti a riempirla. Basterà scrivere su un post-it il titolo dell’intervento e il proprio nome e appiccicare il bigliettino nel quadratino dell’orario desiderato. In questo modo tutti sapranno, in qualunque momento della giornata, chi parlerà di cosa e quando. Ad ogni modo si può avere un’idea degli interventi che ci saranno consultando MomCamp su Barcamp.org 

Che tipo di animazione avete pensato per i bambini?
I bambini (e i papà) nella mattinata, se vorranno, giocheranno insieme partecipando alla creazione di un’opera di arte contemporanea collettiva. L’artista Michelangelo Pistoletto inviterà, nella mattina di sabato, genitori e bambini a collaborare alla creazione del Terzo Paradiso, utilizzando materiali di scarto industriale. Nel pomeriggio il BAC, bambini arte cultura creatività, un progetto di MUBA, Museo dei Bambini Milano, si occuperà delle attività per i piccoli del MomCamp. All’interno del Pink Pavilion della Triennale Bovisa i bambini troveranno un’esposizione di materiali di scarto industriali con forme e colori differenti, come in una specie di labirinto passeranno tra gli scaffali e sceglieranno gli oggetti che più li affascinano. Quando avranno fatto la loro selezione, con la propria cassettina carica di oggetti, si sposteranno all’interno del padiglione principale di Triennale Bovisa, dove inizieranno le attività laboratoriali. Lavagne luminose, diaposive, cornici di quadri, i materiali scelti si confronteranno con le tre attività di laboratorio. Se il papà non viene non è un problema, ci sono le tate del MomCamp.

Chi finanzia il camp?
Media Partner del MomCamp è la videocommunity di Mammenellarete. Main Sponsor è Alixir Regularis che ha pensato che un incontro tra mamme sarebbe stato interessante per parlare di alimentazione, regolarità intestinale e leggerezza. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza l'interessamento di Hagakure una società di consulenza che si occupa di progetti di comunicazione sul web per le più importanti aziende italiane, che ha messo a disposizione personale e infrastrutture senza scopo di lucro ai fini dell'organizzazione e della logistica del MomCamp. 

Cosa succede dopo il camp: la discussione continua online, se sì, dove?
Dopo questo camp di Milano ce ne saranno altri, al momento i più vicini nel tempo e già confermati sono quello di Roma e quello di Riva del Garda (quest’ultimo all’interno della Blogfest). Nel frattempo il blog andrà avanti con i suoi interventi, con i post nati spontaneamente dalla comunità di mamme papà amici bimbi. Vorremmo mantenere viva la discussione intorno a un argomento che interessa a tutti in un modo o nell’altro. Soprattutto vorremmo un confronto tra punti di vista diversi fra di loro, non un coro celestiale che canti all’unisono.

Tags:

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero