Agenda

Archivio News

Milano capitale dell'adozione internazionale

Teaser Description: 
Sono stati 367 i bambini accolti nel 2009

adozioni internazionaliCon 367 bambini accolti nel 2009, Milano è la capitale dell’adozione: lo rivela il nuovo Report Statistico della Commissione Adozioni Internazionali, appena pubblicato sul sito della Cai.

Come www.radiomamma.it aveva già anticipato, i dati nazionali confermano un successo delle adozioni nel nostro Paese: l'anno scorso sono stati adottati 3.964 minori stranieri (a fronte dei 3.977 dell’anno precedente), e l’Italia è seconda solo agli Stati Uniti (dove le famiglie hanno accolto oltre 17mila minori nel 2009), nel mondo.

Interessante il protagonismo di Milano per il trend adottivo: si trova in cima alla classifica delle province con 367 minori adottati, seguita da Roma (289), Napoli (138), Firenze (132), Bari (120), Torino(116) e Palermo (110). In tutto, in queste sette province, sono avvenute 1.279 adozioni, pari a poco meno di un terzo del totale (32,2%).

Un primato che si mette in linea con lo “storico” della Lombardia come regione capofila delle adozioni: anche se nel 2009, come abbiamo già visto, si è evidenziato un arretramento, sul totale dei quasi 10 anni di applicazione della legge sulle adozioni internazionali, la Lombardia resta la regione con il maggior numero di coppie adottanti (4.664), seguita a distanza dal Veneto con 2.459. L'arresto registrato l'anno scorso c’è stato a favore delle regioni del Sud del Paese.
In valore assoluto, la Lombardia è passata da 712 coppie adottanti del 2008 alle 579 del 2009, con 133 coppie adottanti in meno. “Questi dati sembrano suggerire”, si legge nel report della Cai, “che nel corso dell’anno le regioni che tradizionalmente facevano segnare un numero di adozioni decisamente superiore alla media nazionale si siano assestate su valori più vicini al loro peso demografico, con un riequilibrio territoriale a favore delle coppie provenienti dal Sud d’Italia, che invece registravano valori inferiori alla loro consistenza demografica”.

Le coppie lombarde passano, in termini percentuali, dal 22,5% del 2008 al 18,8%, con un decremento di 3,7 punti. Ma il quadro è sostanzialmente positivo: Mantova si attesta come quarta provincia (dietro Isernia, Firenze e Terni) con un tasso di 61,9 coppie per 100 mila coppie di 30-59 anni. Dal punto di vista del tribunale competente che ha emesso il decreto di idoneità all’adozione, al primo posto nel decennio figura il Tribunale di Milano, presso cui hanno ottenuto il decreto di idoneità 3.299 coppie. Sempre qui, nel 2009, hanno invece ottenuto l’idoneità 411 coppie.

Quanti - e quali - bambini

Le coppie lombarde hanno richiesto l’autorizzazione all’ingresso a scopo adottivo di 740 minori, il valore assoluto più alto, seguite da quelle toscane (362 richieste), laziali (358) e venete (342).
Il Paese di origine del maggior numero di minori adottati in Italia è la Federazione Russa, con 702 minori autorizzati all’ingresso, pari al 17,71%del totale, seguiti da Ucraina, con 543 minori autorizzati all’ingresso (13,70% del totale), la Colombia, con 444 ingressi (11,20%), l’Etiopia, con 348 (8,78%), e il Brasile, con 330 (8,20%). In tutto da questi cinque Paesi nel 2009 sono giunti in Italia 2.366 minori, che in termini percentuali rappresentano circa il 60% dei minori autorizzati all’ingresso a scopo adottivo nel corso dell’anno.

Gli enti autorizzati

A Milano e provincia sono fisicamente presenti 21 sedi di enti autorizzati. Su una moltitudine di oltre 60 associazioni, sono appena 8 gli enti che hanno seguito per l’adozione di un minore straniero più di 100 coppie; altri 16 enti autorizzati hanno seguito almeno 50 coppie. In totale questi 24 enti hanno seguito 2.262 coppie, ossia il 73,4% del totale.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero