Libri: Tararì Tararera vince il premio Andersen

Teaser Description: 
La sfida di un linguaggio nuovo per grandi e bambini

Tararì TarareraCosa ne direbbero le scimmiettine pelose inventate da Emanuela Bussolati? Forse una cosa tipo: "Tararì Tararera, Piripù Bibi uìn Andersen!!!". Il massimo riconoscimento italiano dedicato alla letteratura per ragazzi, il Premio Andersen, è infatti andato quest'anno a un libro che non è scritto in italiano, ma in lingua Piripù.
S'intitola "Tararì Tararera", è stato ideato e realizzato da Emanuela Bussolati e pubblicato da Carthusia edizioni. Si tratta del primo titolo della collana "La biblioteca di Piripù", libri in lingua Piripù per raccontare storie a tutti i bambini del mondo, senza escludere nessuno.
Le avventure del piccolo Piripù Bibi sono narrate in una lingua inventata, in un'allegra sequenza di suoni che invitano il lettore adulto a giocare con le intonazioni della voce, le espressioni del viso e del corpo... e creare così una giocosa complicità che rende unico ogni legame. È questa la magia di narrare oltre le parole. Si tratta di una sorridente provocazione, per tornare bambini insieme ai bambini.
Tararì Tararera è stato selezionato da una giuria di oltre cento esperti e appassionati di letteratura per ragazzi non solo come miglior libro dell'anno 0-6 anni, ma anche con il Super Premio Andersen 2010.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero