Libri: la paura di essere una cattiva mamma

Teaser Description: 
In Usa esce "Bad Mother" di Ayelet Waldman, ed è subito polemica

Usa: un libro sulle mamme cattive fa discutere

Ayelet Waldman, scrittrice americana, ha 4 figli e una paura che l'accompagna da quando sono nati: essere una cattiva madre. Paura che, quattro anni, confessò per la prima volta in un articolo pubblicato sul New York Times dicendo di amare più il marito che i figli. Finì nei talkshow e fu sommersa dalle polemiche. Che settimana scorsa, in occasione dell'uscita del suo libro "Bad Mother, a Chronicle of Maternal Crimes, Minor Calamities, and Occasional Moments of Grace", si sono riaccese.

Che significa essere una cattiva mamma? Ayelet, che dice di aver ottenuto il permesso dei suoi bimbi tra i 5 e i 13 anni, lo spiega così "Una delle vergogne più nere e profonde che noi donne di oggi sentiamo è quello di essere cattive madri, di essere un fallimento con i nostri figli e con noi stesse. Nei 18 capitoli di questo libro provo a esplorare questa paura". 

Giusto o sbagliato parlarne? L'autrice sostiene che le paure e le ansie delle mamme, i loro pensieri, anche quelli meno socialmente accettabili, vadano comunque tirati fuori e condivisi. Il suo libro, oltre che di paure, parla di diagnosi prenatali, di scelte difficili, in un senso o nell'altro. E gli americani, che lo stanno divorando, ne hanno fatto un tema di dibattito.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero