Agenda

Archivio News

"La mia casa è la tua": se il cinema racconta l'affido

Teaser Description: 
Film in anteprima a Milano

L'affido è fatto di gesti semplici, normali. Come aprire la porta di casa a un bambino che viene a fare i compiti dopo la scuola o a trascorrere il week end. E' per raccontare la normalità  dell'affido che è nato il film "La mia casa è la tua", voluto dall'Associazione Famiglie Per L'Accoglienza e proiettato in prima nazionale domani sera a Milano,  a Palazzo della Ragione (p.zza Duca d’Aosta 3, Sala Gaber, ingresso libero) alle ore 21.

Sei storie diverse per un documentario che mostra come bambini e adolescenti possano trovare, grazie all'affido familiare o all'adozione, una famiglia in cui crescere. In Lombardia sono oltre 4.200 i minori che non possono vivere presso le loro famiglie d’origine. Tra questi, oltre 2.400 (57%) vivono già in affido familiare, ma più di 1.700 sono ospitati presso servizi residenziali.
Tra i protagonisti di "La mia casa è la tua" ci sono famiglie con due o più figli che accolgono minori in affido, ma anche giovani coppie che aprono le porte della loro casa a bambini piccoli, oppure genitori di mezza età che, con i loro figli grandi “fuori casa”, si dedicano all’accoglienza di uno o più ragazzi. Famiglie comuni, protagoniste, però, di storie eccezionali.

Il regista della pellicola, Emmanuel Exitu (un talento emergente del cinema "impegnato": il suo primo documentario, "Greater-Sconfiggere l'Aids" è stato scelto da Spike Lee a Cannes come vincitore del Babelgum Documentary Award 2008), ha valorizzato le storie e i profili delle persone attraverso una narrazione diretta che lascia spazio alle testimonianze senza sovrapporre interventi e commenti.
Un bel film da vedere, con un grande valore - contagioso - di testimonianza, che sarà riproposto a Bergamo, il 16 febbraio, a Lugo (Ra), il 19 febbraio, a Genova il 4 marzo, a Verona il 6 aprile.

 

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero