Il "baby blues" dei papà

Teaser Description: 
Secondo l'università di Oxford colpisce il 4% dei papà

Anche i papà si ammalano di depressione post partum

I sintomi, sono quelli che normalmente segnalano una depressione post partum più o meno forte: ansia, tristezza, problemi nell'addormentarsi, sensazione di fallimento su tutta la linea. Ma ad esserne colpiti sono i papà invece delle mamme. Almeno il 4% scriveva, già nel 2005, sulla prestigiosa rivista The Lancet, lo psichiatra Paul Ramchandani, docente dell'università di Oxford che aveva studiato le reazioni al parto di 26mila genitori. 

A risollevare il problema, sulle pagine del New York Times, è, a quasi 5 anni di distanza, il dottor Richard Friedman, docente di psichiatria al Weill Medical College, che racconta di un padre arrivato ad avere ansie di suicidio in seguito alla nascita del suo primo figlio.

Il quotidiano americano, che riporta una serie di studi sul legame tra depressione post partum maschile e abbassamento del livello di testosterone nei padri durante la gravidanza delle loro compagne, sostiene che gli uomini più a rischio di babylues sono quelli che vivono a fianco di neomamme con il babylues. 

Il  dottor Friedman chiude l' articolo con una frase del suo paziente, guarito grazie alla psicoterapia e agli antidepressivi: "Pensavo che questo genere di cose potessero succedere solo alle donne". E con questa sua considerazione: "Purtroppo anche troppi medici e psichiatri lo credono".

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero