Agenda

Archivio News

I migliori Paesi del mondo in cui essere mamma

Teaser Description: 
Italia al 21esimo posto. Il rapporto di Save The Children

Rapporto sulle mamme nel mondo, mamme in ItaliaPubblicato il Mother's Index 2011: Italia al 21esimo posto

Il posto migliore, nel mondo, in cui essere una mamma oggi? E' la Norvegia. Il peggiore è l'Afghanistan e l'Italia si piazza al 21esimo posto. Parola di Save The Chidlren, che festeggia l'8 maggio pubblicando il 12esimo rapporto sullo stato delle mamme nel mondo analizzando aspettative di vita delle donne, dei loro bimbi, rischio di morte durante il parto ma anche politiche di sostegno alla maternità e livello di pari opportunità in 164 Paesi del mondo.

I numeri parlano chiaro. Oggi essere una mamma in Norvegia, dove l'82% delle donne usa moderni sistemi di contraccezione, significa aver studiato in media 18 anni, poter vivere fino a 83 anni, contare su una solida rete di welfare, politiche lavorative incentrate sulla flessibilità e, solo in un caso su 175 rischiare di perdere il proprio bimbo per malattia o indigenza prima che compia 5 anni. In Afghanistan, al contrario, la mamma tipo ha meno di 5 anni di studio alle spalle e non arriva a compiere i 45 anni. Nel Paese, fanalino di coda della classifica di Save The Children, 1 bimbo su 5 muore prima di aver raggiunto i 5 anni di età, una percentuale che significa questo: in Afghanistan, più o meno ogni mamma rischia di perdere almeno un figlio.

L'Italia si posiziona al 21esimo posto della classifica, alle spalle non solo dei Paesi del Nord Europa, ma anche di Spagna, Francia, Grecia, Irlanda, Slovenia ed Estonia. Nel Nostro Paese, in media una mamma ha studiato per 17 anni, ha una aspettativa di vita fino agli 84 anni e usa moderni metodi contraccettivi nel 41% dei casi. A differenza delle donne norvegesi, che possono contare su 56 settimane di congedo di maternità pagate all'80% dello stipendio e che occupano il 40% dei seggi in Parlamento, le italiane hanno 5 mesi di "maternità" e occupano il 20% dei posti di governo.

Per leggere il rapporto clicca qui
Per attivarti e combattere il divario della condizione della donna tra nord e sud del mondo clicca qui

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero