Agenda

Archivio News

Guerre Stellari: dritte x mamme

Teaser Description: 
Incubo saga intergalattica? No, sfrutta la forza del film a tuo favore. Ecco tre spunti: dalla lezione di fairplay ai costumi di carnevale

Star Wars, Guerre Stellari spiegato alle mamme, La forza sia con noi, mamme!  “Il risveglio della Forza” è nelle sale e Guerre Stellari è l’ennesimo campo in cui, volenti o nolenti, dovremo dimostrare competenza. A figli, compagni, capi ufficio e perfino “colleghe” genitrici. Già perché l’alpha mummy della porta accanto oltre ad avere svaligiato il giocattolaio e Amazon con un mese di anticipo sui regali di Natale lasciandoli entrambi a corto di gadget Star Wars s’è studiata l’intera saga su Wikipedia e ora disserta di sequel e prequel invece che di pidocchi e test Invalsi (un incubo!).

 
Che fare? Sfruttiamo la saga spaziale in nostro favore cogliendo gli appigli, educativi e non, che ci può dare. Eccoli qua.
Il fairplay di George Lucas: come congratularsi per i successi degli altri con ironia senza rosicare.
Dietro al successo di Guerre Stellari si nasconde una storia di complimenti fra registi che può essere utile per insegnare fairplay e sportività ai figli. Tutto comincia nel 1977, quando Star Wars, diretto da George Lucas, batte Lo Squalo di Spielberg nella classifica dei film più noleggiati degli Usa e Spielberg compra una pagina della rivista Variety per fare i complimenti al collega con un disegno del droide C1-P8 che prende all’amo uno squalo. Nel 1983, quando il film E.T batte tutti i record di noleggio, Lucas ricambia la gentilezza: i complimenti a Spielberg arrivano con uno schizzo dei protagonisti di Star Wars che portano in trionfo il piccolo extraterrestre. Trascorre qualche anno e, nel 1997, su Variety ecco il disegno di E.T che incorona il robottino C1-P8 perchè Guerre Stellari è nuovamente in testa alle classifiche con le congratulazioni a Lucas firmate dal “tuo amico Steve”.  Un anno più tardi, Titanic di James Cameron sbanca i botteghini battendo tutti i record di Guerre Stellari e Lucas gli concede gli onori della vittoria  pubblicando su Variety l’immagine di una nave che cola a picco con tutti i personaggi della sua saga. Insomma, ironia e modestia. Puoi trovare tutti i beliissimi disegni di cui sopra, e mostrarli ai bambini, cliccando qui 
 
Carnevale stile Star Wars: come travestirsi da Chewbecca e C-3PO senza spendere una lira.
Una cosa è certa, gli eroi di Guerre Stellari la faranno da padrone a carnevale. Quindi portati avanti, e risparmia su costosissimi costumi già fatti, creando i tuoi. Su questo sito trovi tutte le dritte per farlo, personaggio per personaggio.
 
Leila, Rey e…te stessa: come spiegare alle nostre figlie che non hanno bisogno di role-model hollywoodiani.
Non cadiamoci, come fecero le nostre mamme. Ricordi? C’erano quelle che “la principessa Leila in bikini con la catena al collo non è un buon esempio” e quelle per cui, quella stessa principessa che “guida un’armata intergalattica, è sarcastica, coraggiosa, non teme di sfidare gli uomini è un ottimo modello per voi bambine”. Non caschiamo nel trappolone del regista furbetto J-J Ambrams per cui “Il Risveglio della Forza” è un film da vedere mamme e figlie insieme perché ha un’eroina donna. Impariamo, noi per prime, e insegniamo alle bambine di oggi a trovare dentro se stesse la forza. 

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero