Agenda

Archivio News

Genitori, risparmiate sul dentista!

Teaser Description: 
Prevenzione e semplici regole, parola della dentista Giovanna Garattini del Centro Medico Santagostino che questo mese offre screening gratuiti

Secondo l’Istat oltre il 75% dei bimbi fra 3 e 5 anni non è mai entrato nello studio di un dentista. “Se non lamentano dolore, i genitori non li portano. Eppure farlo significa fare prevenzione che vuol dire essere adulti più sani, con meno patologie e bisogno di trattamenti (quindi anche adulti che spendono meno)”, parte da qui Giovanna Garattini, professoressa di malattie odontostomatologiche dell’Università degli Studi di Milano e specialista in Odontostomatologia e in Ortognatodonzia del Centro Medico Santagostino che nel mese di ottobre offre screening gratuiti per bambini e adulti

Ma a 3 anni a cosa serve andare dal dentista?

Serve ai genitori, per impostare un programma di prevenzione. Il genitore deve sapere cosa fare per avere un bambino sano. Molto spesso arrivano bimbi alla prima visita con carie plurime, dovute proprio alla mancanza di informazione dei genitori. Un esempio? Il figlio di 5 anni ha carie plurime e loro non si spiegano il perché. Poi ti raccontano che il bambino beve due o più succhi di frutta al giorno o beve solo tè zuccherato o beve il latte prima di dormire.

Le regole più importanti da seguire per un genitore che vuole avere figli con i denti sani?
•    L’alimentazione innanzitutto. I bimbi non golosi di dolci non hanno generalmente problemi di carie. Avere sempre la cavità orale occupata da cibi è la cosa più grave perché modifica il ph della saliva. Parti dal presupposto che tutti gli alimenti sono cariogeni, anche il latte stesso. Quindi la modalità di somministrazione è fondamentale. Se decidi che tuo figlio merita 5 caramelle…meglio 5 in una volta e sciacquare i denti che una all’ora.
•    L’igiene orale non va lasciata all’autonomia dei bambini. Si devono controllare e aiutare nel lavaggio e si deve iniziare la pulizia da quando spunta il primo dentino. Tassativo lavarsi i denti prima di andare a dormire
•    La Fluoroprofilassi è fondamentale. Una volta si somministravano gocce e pastigliette; dal 2013 il Fluoro generalmente viene somministrato attraverso il dentifricio fluorato
•    È utile la sigillatura, quando spuntano i primi molari permanenti (intorno ai 6 anni), che sono i più predisposti alle carie. La sigillatura costituisce una barriera meccanica che impedisce ai batteri di arrivare allo smalto

Quattro segnali da tenere d’occhio nella bocca del tuo piccolo e del tuo adolescente?

•    I denti devono essere sempre bianchi o chiari (non devono esserci colorazioni di alcun tipo)
•    Le gengive devono essere rosate, mai rosse. Non deve verificarsi, durante la pulizia a casa, il sanguinamento
•    I denti dell’arcata sopra devono essere all’esterno dell’arcata inferiore. Come una scatola con coperchio…
•    Non devono esserci macchie di nessun colore su guance o lingua.

Adolescenti e apparecchio. Meglio metterlo prima della fase “critica”, quando l’apparenza ha una grande importanza?
Ci sono due tipi di problematiche da trattare con gli apparecchi: i denti storti da allineare e le malocclusioni secondarie a problemi ossei (come il palato stretto). Nel secondo caso si deve intervenire finché c’è la crescita quindi prima dell’adolescenza, nel primo caso invece quando si vuole, anche da adulti. Quando si tratta di questo ambito, cioè solo di “denti storti” e un adolescente non vuole l’apparecchio, che aspetti! È più un problema dei genitori oggi che insistono perché mediamente vogliono dare ai figli il massimo possibile…E di denti storti non è mai morto nessuno!!!!!!

Ottobre è il mese della prevenzione dentale. Per l'occasione Centro Medico Santagostino lancia i suoi screening gratuiti, di due tipologie: per adulti e per bambini leggi qui

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero