Agenda

Archivio News

Genitori, basta critiche

Teaser Description: 
Concentratevi sui punti di forza dei figli. Perché lo “Strenght Switch”, spiega un libro inglese, è più efficace di qualsiasi predica

Perché è così difficile non criticare i nostri figli? Perché, anche se non ha effetti positivi sul loro comportamento, continuiamo a farlo? A chiederselo è un libro da poco uscito nel Regno Unito – The Strenght Switch, di Lea Waters, edizioni Scribe – che consiglia un completo cambio di prospettiva: mamme e papà, accendete l’attenzione sui punti di forza dei vostri figli.

Accendete, letteralmente. La Waters suggerisce ai genitori di visualizzare un interruttore della luce all’interno della loro testa e di accenderlo per riuscire a vedere meglio i punti di forza di bimbi e ragazzi.

Tre gli indicatori per riconoscere i punti di forza di tuo figlio: sono cose che fa bene, che fa con gioia e spesso. Punti di forza che possono essere basati sul talento, per esempio sportivi o artistici, o sul carattere come il senso dell’umorismo, la gentilezza e l’empatia.

I benefici dello “strenght switch”, cioè del focalizzarsi sui punti di forza invece che sulle cose che non vanno bene? Oltre a creare un’atmosfera familiare più serena e ad aumentare l’autostima dei figli, indicano ai genitori speciali strumenti che bimbi e ragazzi possono usare per risolvere ciò che non va.

“Cerca di notare un punto di forza di tuo figlio a settimana”, suggerisce il libro, “concentrati su quello, parlane con lui o lei in modo che sappia di averlo e di poterlo usare quando si trova davanti una sfida. Chiedi direttamente a tuo figlio: quale dei tuoi punti di forza e competenze ti possono essere utili in questa situazione?”.

Abbandonare la modalità “fix-it” in cui tanti di noi genitori sono costantemente, cioè di aggiustatori e riparatori di ciò che non va bene, suggerisce la Waters, è un tocca sana anche per le mamme e i papà che si comportano così  per proteggere la loro famiglia schiacciati come sono dalla pressione di crescere figli perfetti, educati e performanti.


Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero