Famiglia di inventori a Gardaland

Teaser Description: 
La novità 2014 è nata dall’idea di un papà, una mamma e due bimbe. Ecco il loro racconto.

Un giorno vai in gita a Gardaland e l’anno dopo ci torni come “inventore” della nuova attrattiva del parco. Sogno o sono desto? Se lo devono essere chiesti Fabio, Elisa, Martina e Roberta Busato, la famiglia che ha inventato il coloratissimo mondo di giochi d’acqua, che ora si è materializzato. Prezzemolo Land, 1000 metri quadrati per i più piccoli, ha al centro un fiabesco castello medievale e intorno uno spazio da scoprire con macchine volanti, tavolozze di colori, ingranaggi, catapulte, tappeti elastici, torri, ponti, scivoli e…tanta acqua. La firma è della famiglia Busato, di Desenzano del Garda. 42 anni e tecnico commerciale lui, quasi 40 anni e parrucchiera lei e le figlie, Elisa 11 anni e Martina 6 anni.

RM: Come è andata? Gita a Gardaland e…?
Fabio: Portiamo spesso le bambine a Gardaland e più di una volta abbiamo pensato a quanto sarebbe stato bello se ci fosse stato più spazio per i bimbi piccoli.  Magari con delle aree relax e in ombra dove i genitori potessero tranquilli lasciare giocare i figli in sicurezza. Poi la scorsa estate abbiamo visto il concorso “Il Gardaland che vorrei”. Il Parco invitava tutti a suggerire delle idee nuove, realizzabili e utili. Subito ne abbiamo parlato tutti e quattro insieme e abbiamo messo nero su bianco le nostre idee: un’area attrezzata per i più piccoli, con giochi d’acqua e aree relax. Onestamente non mi sarei mai aspettato di vincere.

RM: Come avete scoperto di essere i vincitori?
Fabio: Per comunicarci la vittoria ci hanno organizzato una grande festa: un battello, con la riproduzione del castello medievale che è al centro di Prezzemolo Land, ci è venuto a pretendere al porto di Sirmione. Con una cerimonia in stile medievale, con sbandieratori e damigelle, Prezzemolo ci ha nominati ufficialmente Cortigiani d’Onore del Castello di Prezzemolo Land.

RM: Da cosa si vede lo zampino da genitore nella nuova attrazione?
Fabio: Nel fatto che è un’area sicura e protetta per i bambini, dove i tutti genitori possono per un momento abbassare la soglia di attenzione ed essere comunque tranquilli. E godersela anche loro no?
 
di Cristina Colli
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero