Dentisti x bimbi speciali

Teaser Description: 
Sigle dei cartoni, niente fretta, gusto dell'altro. Le dritte di Nicoletta, di Baby Dental, per dentisti e genitori di bimbi portatori di handicap

“Calma e zen, in una città che è un minipimer”. Ecco il trucco di Nicoletta, di Baby Dental, dentista specializzata nella cura dei bimbi con bisogni speciali e tutti i tipi di disabilità. “Il tempo è la base, quando si portano i figli dal dentista. Se il medico ha la pretesa “ecco facciamo” e il genitore “dai che finiamo presto”, è la fine, soprattutto con i bambini che hanno bisogno di un’attenzione in più. Lavorare con loro è come ascoltare un sinfonia suonata con note che normalmente non sperimenti e che ti dà tante emozioni”.

Andare dal dentista è un incubo per tutti i bambini, per qualcuno ancora di più. Abbiamo incontrato Nicoletta per chiederle alcuni consigli su come i dentisti e i genitori possono rendere meno traumatica la visita dal dentista

CONSIGLI PER I GENITROI:
IL TEMPO Mamme e papà, niente fretta.
LA SCELTA Quando si scegliete un dentista guardate la predisposizione umana, cercate un contatto conoscitivo prima, non prendete solo l’appuntamento telefonico.
AIUTATECI Aiutate lo specialista: portate tutti i contatti degli altri medici che seguono il bambino e date tutte le informazioni possibili, non solo di salute, ma anche di comportamento. Non vergognatevi di suggerire ausili che possono rendere più sereno il piccolo Se ama la musica, portate i cd senza paura, già al primo appuntamento.
A CASA CI SI PREPARA Preparate con anticipo il bambino: tranquillizzandolo, dicendogli che conoscerà questo nuovo medico che lo guarderà soltanto. Magari con i più piccoli a casa nei giorni precedenti giocate al dentista, simulate, provate…

CONSIGLI PER I DENTISTI
IL TEMPO. Di base datevi del tempo, siate zen, anche e soprattutto in una città minipimer come Milano. Non datevi delle scadenze a tavolino. Ho avuto una bimba che è stata sotto la mia scrivania per 5 appuntamenti, solo la sesta volta si è seduta sulla poltrona dentistica. Andare dal dentista è difficile per quasi tutti i bambini, per alcuni ancora di più. Questo richiede tempo (contabilizzato come non incasso), ma è necessario.
LA FIDUCIA E’ fondamentale conquistare la fiducia di questi bimbi, che non è fatta di parole, ma dei colori che indossi, del come ti presenti nei gesti. Hanno bisogno di annusarci di avere un contatto tattile
UN PASSO INDIETRO Mettetevi a disposizione, fatevi strumento. Serve tanta pazienza e saper mettere da parte il proprio ego. Con i bimbi che hanno bisogno di un’attenzione in più è necessario fare reset delle proprie preoccupazioni.
PREPARATEVI E FATE RETE Avere prima già un quadro il più preciso e completo possibile sul bimbo. Sapere se è in cura con altri specialisti, che farmaci assume. Parlate prima con i genitori e con i colleghi che lo seguono e che lo conoscono da tempo, così possono aiutarvi a conoscere il bambino, le sue paure, le sue ansie. Per esempio vi possono dire se è meglio non farlo aspettare in sala d’attesa o se è meglio parlargli subito o aspettare il suo primo passo ecc…
“USATE” I GENITORI Considerate i genitori una risorsa. I genitori sanno tutto del proprio bimbo e sono abituati ad essere molto collaborativi, a non intralciare il lavoro dello specialista, anzi.
NIENTE RUMORE Niente barriere architettoniche in studio e usate il meno possibile strumenti traumatici e troppo rumorosi. Usate la fantasia e la professionalità, trovando dei compromessi, se serve.


Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero