Debutanno i Lego da femmina

Teaser Description: 
Online scoppia la polemica sui "giochi di genere". Che ne pensi?

Lego da femmina, Lego FriendsBoccoli, ciglia foltissime, infradito, top scollato e leggins bianchi. Indovinate di chi stiamo parlando? No. Non è una velina in vacanza a Miami per Natale ma Andrea, donnina Lego. Già: a gennaio 2012, una nuova linea interamente dedicata alle bambine dei mitici mattoncini Lego debutterà nei negozi di giocattoli di tutto il mondo. Con palestre, saloni del parrucchiere e casette viola a fare da sfondo.

La notizia, che ha conquistato la copertina del prestigioso Businessweek, sta suscitando molte polemiche tra i genitori. Già perchè la linea che pure ha un nome generico, senza connotazioni di genere, Lego Friends, è marcatamente "girly". Ovvero:  rosa, fuxsia, con molte minigonne, pochi pantaloni e, soprattutto, "fisici" molto più definiti degli omini di mattoncini con cui abbiamo giocato tutti fino ad oggi.  

Secondo Businesweek, dal 2006 a oggi, periodo in cui la Lego aveva puntato specificatamente al mercato dei maschi, i suoi profitti sono cresciuti del 105%. Ma non è il fatturato dell'azienda a far discutere i genitori: davvero, si chiedono in molti, le bambine hanno bisogno di "lego femmine"? I Lego non erano rimasti tra i pochi giochi "asessuati" con cui divertirsi?

Che ne pensi?

personalmente mi disturba il

personalmente mi disturba il fatto che, attraverso il lego "da femmina", vengano ancora una volta veicolati alle nostre figlie significati ben precisi legati al ruolo femminile: le donne sono seduttive, si agghindano e vanno dal parrucchiere. Ma, andiamo....
Fanno sempre questo le donne di oggi? Prima pulivano e cucinavano, oggi si spogliano e vanno in palestra e dal parrucchiere????
Perché nei lego "da femmina" le donne non fanno anche qualcosa di piu' utile e,magari, anche piu' lusinghiero?
Io ci rifletterei un pochino su'...

Credo che ci stiamo facendo

Credo che ci stiamo facendo troppi problemi inutilmente, forse anche perché i nostri figli hanno tanto (troppo?) di tutto. Io sono cresciuto, negli anni Settanta, con le classiche macchinine, i soldatini, gli aeroplanini e, udite udite, persino pistole e fucili giocattolo, eppure sono la persona più pacifica del mondo, non odio le donne, non amo le armi né la violenza. Non fissiamoci sui giocattoli, più o meno "sessisti": l'educazione è fatta di molti elementi, il primo dei quali è senza dubbio l'esempio che noi stessi diamo, con i nostri comportamenti, ai nostri figli. Insomma cerchiamo di fare meno discorsi ai nostri figli e controlliamo di più la coerenza dei nostri comportamenti quotidiani, come parliamo del nostro vicino di casa e come commentiamo, davanti ai nostri figli, quanto sentiamo al telegiornale. I bambini sono spugne e assorbono solo ciò che hanno intorno, come potrebbero fare diversamente?

Mia figlia di due anno e

Mia figlia di due anno e mezzo ha duplo di tutti i "generi" dal treno allo zoo, alla gelateria di Hello Kitty e non fa certo distinzioni, così come me nel comprarle l'uno o l'altro. Ha giochi "ritenuti" da maschi (macchine, trattori, attrezzi) e "ritenuti" da femmina, e apprezza entrambi. Di sicuro "lego da femmina" difficilmente entreranno nelle camere dei maschietti, mentre i "lego da maschio" continueranno a convivere insieme agli altri nelle camere delle femminucce... Forse la Lego dovrebbe ripensare piuttosto a quali "Lego da femmina" sta proponendo e proporre altre tipologie di donne: dov'è la donna avvocato, medico, professoressa ecc.?!

Il successo di LEGO (del

Il successo di LEGO (del LEGO per tutti quelli che l'hanno conosciuto ed apprezzato da quando è nato) era dato anche dal fatto di essere un gioco di costruzioni semplice e creativo per tutti. Pensare di rilanciarlo ora, in versione sex oriented mi sembra una scelta controproducente anche perchè di personaggi femminili caratterizzabili, con ambienti e accessori, mi sembra ce ne siano in abbondanza.

vi confesso che spero

vi confesso che spero proprio non abbiano successo!!!! il lego è il lego, non c'era bisogno di tutto ciò!!! a casa nostra è sacro e vi dirò che abbiamo un camion delle spie tra cui c'è anche una "femmina". quindi a ben vedere c'è spazio per le femmine anche nel lego tradizionale. E' vero che nè nella caserma dei pompieri nè in quella della polizia nè in molte altre scatole c'è traccia di elementi donna. Però è vero che la fantasia vola veloce e i bambini sono capaci di grandi cose.
Un lego rosa è proprio ammazzarla la fantasia!!!!

Non penso assolutamente che

Non penso assolutamente che fosse necessaria questa femminilizzazione dei mattoncini Lego. Mi sembra anzi molto triste e anche un po' trash.
Il punto di forza del giocare con i mattoncini Lego è poter sviluppare la propria creatività e fantasia, se si presentano delle clone Wynx è proprio la morte dell'immaginazione: sono infatti tutte uguali, fotocopiate dalle starlette televisione.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero