Condomini nemici dei bambini a Milano?

Teaser Description: 
Il caso dell'asilo sfrattato riapre le polemiche. Due anni fa il sì del Comune al gioco nei cortili. Se i tuoi vicini non ci stanno, ecco cosa fare
I bambini disturbano, l'asilo viene sfrattato. Succede a La Locomotiva di Momo, lo storico asilo family friendly di via Anfossi 36. Gli abitanti del condominio disturbati dal vociare dei bimbi hanno fatto causa al nido e scuola materna privata convenzionata con il Comune. E l’hanno vinta. Tolleranza zero verso i bambini?

Questo succede a due anni dall'approvazione del nuovo regolamento da parte del Comune che ha "ridiato" ai bambini i cortili della città. Da due anni a Milano è vietato non giocare nei cortili. Hai sentito bene. I nostri bambini non devono più rinunciare a qualche ora di gioco nel loro cortile condominiale. I divieti, imposti negli anni ’30 in molti palazzi vietavano a bambini e ragazzi di giocare a palla, pattinare, correre e andare in bicicletta. Niente nascondino in cortile! Ma ora se invece si vuole farlo, è un nostro diritto. Ci sono due strumenti normativi dalla parte dei bambini: il regolamento di polizia locale (modificato nel 2012 con l'introduzione di un articolo ad hoc) e il nuovo regolamento edilizio, approvato a ottobre 2014. Ma certe abitudini sono dure a morire….se i condomini si oppongono cosa si può fare? Lo abbiamo chiesto all’avvocato damily friendly Maria Antonietta Amenta.

Ecco come muoversi
1)    Manda una raccomandata (una richiesta formale) all’Amministratore del Condominio chiedendo (se non ce l’hai già) copia del regolamento condominiale che vieta il gioco o eventualmente copia della delibera dell’assemblea, così da verificare il divieto e soprattutto le motivazioni (che dovranno essere attinenti esclusivamente alla sicurezza e/o all'incolumità dei minori.)
2)    Nella stessa raccomandata fai presente che i due nuovi regolamenti hanno sancito il diritto dei bambini a giocare nei cortili, invitando l’amministratore ad adeguare tempestivamente il regolamento di condominio alle leggi attuali.
3)    Ricorda che ciascun condomino può agire singolarmente per la revisione del regolamento di condominio, chiedendo che tale revisione sia messa all'ordine del giorno della successiva assemblea condominiale. Non serve essere in tanti per ottenere il diritto.
4)    Se l’Assembla dovesse comunque negare il diritto e non volesse cancellare la vecchia delibera, puoi impugnare il divieto davanti all'Autorità Giudiziaria (tribunale civile ordinario).

Non c’è nulla da fare se…
Tieni presente che se il divieto di gioco è motivato da un evidente pericolo di incolumità e sicurezza per i bimbi, allora non c’è nulla da fare. Il cortile rimane vietato al gioco

Ricordati…
E ricordati che il diritto al gioco non è automatico: va conquistato, inviando subito una lettera raccomandata all'amministratore chiedendo il riconoscimento delle nuove regole

Sempre meno tolleranza per i

Sempre meno tolleranza per i bambini .....
non conosco il caso specifico quindi non entro nel merito del singolo caso ma davvero siamo tutti più egoisti e ne fanno spesa i più deboli.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero