Agenda

Archivio News

"Conciliare, a Milano, non è un diritto".

Teaser Description: 
Dati e casi in una nuova ricerca. Intervista a Sabina Guancia

Padri e Madri Online, Sabina Guancia"La conciliazione tra famiglia e lavoro, purtroppo, non è un diritto". Parola di Sabina Guancia, presidente dell'Associazione per la Famiglia, che da anni fa di tutto perchè, invece, lo diventi. Con un servizio di consulenza e sostegno ai genitori che funziona via email, con risposte entro 48 ore. Tantissime le domande: "Oltre 100 al mese", spiega Guancia. E i bisogni che emergono?

L'Associazione per la Famiglia li ha raccolti in una ricerca "Padri e Madri online", che sarà presentata il 14 settembre dalle  16-18 a Palazzo Isimbardi in via Vivavio 1, di cui Radiomamma.it ha avuto un'anticipazione.

Radiomamma: Partiamo dai dati. Che impatto ha, oggi, la difficoltà o impossibilità a conciliare famiglia e lavoro?
Sabina Guancia: Nel 2010 hanno lasciato il lavoro entro l'anno dalla nascita del proprio figlio 5mila mamme lombarde, di cui 1700 di Milano. 

R: Quali sono i motivi che, più frequentemente, spingono a questa scelta?
Guancia: La  ricerca raccoglie i problemi che ci sono stati posti tra il 2005 e il 2007 per tipi di mamme. Quelle che lavorano "full time" segnalano un bisogno di flessibilità, le ragazze madri ci chiedono se possono usufruire anche del congedo parentale previsto per i padri, le atipiche cercano sostegni economici. Riceviamo domande specifiche sul part time, l'allattamento e l'aspettativa. Ma rileviamo, anche, una diffusa difficoltà di gestione del tempo e di organizzazione. "Non mi hanno preso il bimbo all'asilo e non mi danno il part rime, che faccio?" ci scrivono le neo mamme.

R: Come rispondente?
Guancia: Dicendo "Cerca di non dare le dimissioni". Perchè per una mamma con uno o due figli, poi, rientrare nel mondo del lavoro è difficilissimo. Per ogni domanda, ci consultiamo con il Tribunale, l'Inps, i Caf e una rete di professionisti che ci consente di aiutare i genitori entro 48ore da quando ci contattano. Capita di lavorare anche con le aziende e di attivare i sindacati perchè i diritti delle mamme vengano rispettati.

R: Proposte per migliorare la situazione?
Guancia: Intervenire sul problema con servizi integrati del Comune, della Provincia e della Regione. E poi ragionare su servizi flessibili di sostegno alle mamme, come le tagesmutter. Per evitare che una donna lasci il posto di lavoro in alcuni casi basta aiutarla un paio di ore al giorno.

CIAO SONO LA MAMMA DI UNA

CIAO SONO LA MAMMA DI UNA BIMBA DI TRE ANNI , DA SEI VIVO A MILANO E SIAMO SOLI IO E MIO MARITO.
PREMETTO SONO LAUREATA IN ECONOMIA AZIENDALE CON UN BEL MASTER IN MARCKETING .
SAI QUAL'E' IL PROBLEMA OGGI PER INSERIRSI NEL MONDO DEL LAVORO ? PER MOLTI DATORI DI LAVORO SONO I BAMBINI..... SI , E' PRORIO LA GESTIONE DEI NOSTRI FIGLI CHE' E' UN PROBLEMA .... SONO GLI ORARI CHE NON VANNO PIU' BENE , SONO LE MALATTIE DEI BIMBI CHE RALLENTANO LA TUA PRODUTTIVITA' ......
E PENSA PER USCIRE DI CASA ALLE 7 DEL MATTINO E RIENTRARE ALLE 20:30 CI VENGONO PROPOSTI SALARI DALLE 700 ALLE 1000 €
E TU DA MAMMA CHE FAI RINUNCI ......

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero