Agenda

Archivio News

Chagall per nativi digitali

Teaser Description: 
Dal 12 novembre visite speciali per famiglie alla mostra Sogno di una notte d’estate: ecco come funziona e come si esce da questo viaggio

“È un artista (ed è una mostra) proprio per nativi digitali”, ci dice subito Maura Montagna responsabile dei servizi educativi di AdMaiora che si occupa della didattica alla mostra Chagall Sogno di una notte d'estate, al Museo della Permanente fino al 28 gennaio, per la prima volta in Italia. “Perché è un pittore che prende gli elementi e li mette dove vuole, segue la fantasia per dire qualcosa. È un po’ un mincraft nella testa dei bambini visitatori no?”

CHAGALL SOGNO DI UN’ESTATE: MOSTRA-SPETTACOLO Niente didascalie, niente quadri incorniciati ai muri. Ma un viaggio, uno spettacolo. Come funziona?
MONTAGNA Ci sono due sale, le immagini sono proiettate sulle pareti, sul pavimento. Giochi di specchi e un podio su cui salire ti immergono negli orologi, gli amanti e tutto il lessico di Chagall. Ovunque, ti avvolgono e puoi guardare come vuoi: seduto, in piedi, sdraiato. Entri nei quadri, che però sono scomposti a seconda del tema. Vedi i particolari e li vedi mixati. Entri nei dettagli della sua opera e della sua vita. È una storia, con un inizio e una fine, che dura una mezz’ora ma tu puoi entrare in qualunque momento e capisci. Ad accompagnarti la musica, da quella classica a quella ebraica, a quella pop e rock. Ogni musica è associata a quel momento della poetica e dell’arte di Chagall, e ti aiuta a viverla. E alla fine del viaggio entri nel mondo di Alice nel paese delle meraviglie e cogli le similitudini del mondo sottosopra (il filmato è una novità, presentata qui a Milano)

VISITE PER FAMGILIE: CHAGALL DAI 5 AI 10 ANNI Dal 12 novembre il weekend Ad Maiora propone una visita speciale per le famiglie Cosa succede in 90 minuti?
MONTAGNA  È strutturata in due momenti: visita e laboratorio: 45 minuti + 45 minuti. La guida durante lo show dà degli imput, mai spiegazioni accademiche. Durante la mostra si sta seduti, si fanno girotondi, si balla, spostandosi in vari punti e si partecipa anche con il corpo. E prima c’è il laboratorio. I bambini e i genitori trovano sagome su cartoncino dei vari elementi ricorrenti dell’arte di Chagall, gli stessi che vedranno poi nella mostra: capre, violinisti, Bella e Mark. Ciascuno si dedica a un personaggio, a un elemento dell’alfabeto dell’artista e con una tecnica mista (collage, pittura…) lo crea. Poi lo attacca su un bastoncino e diventa attore di una rappresentazione teatrale. Ne esce una narrazione scenica di alcune tappe cardine della vita di Chagall. Si fa il laboratorio, così si hanno poi gli elementi della storia per decodificare meglio le immagini in mostra

CHAGALL PER BAMBINI: COME SI ESCE DALLA VISITA E QUALI I CONSIGLI PER MAMME E PAPA’?
MONTAGNA  I bambini non ne avranno nozioni strutturate ma avranno idea del suo percorso: perché ha voluto fare pittore, che cosa è stato il suo motore. Esci con un’emozione. Bisogna conoscere Chagall prima? Non è indispensabile, la mostra può essere un incipit, può muovere la curiosità, la voglia di sapere.

CHAGALL COSA INSEGNA AI BAMBINI DI OGGI?
MONTAGNA Chagall insegna che non ci sono cose giuste e cose sbagliate. Dal punto di vista espressivo ed artistico fin dalla scuola materna si impara la tecnica: stai dentro i contorni, il sole è giallo, l’erba è verde. Con Chagall capisci che la volontà di raccontare una fantasia e un’emozione ha lo stesso valore di una cosa fatta seguendo le regole. E comprendi che la fantasia non è il non senso. Lui usava elementi che andavano contro le regole codificate, ma che per lui avevano un significato proprio perché messe nel quadro in quel modo. Insomma i bambini escono pensando che se fai il cielo viola e il tuo cane vola, se lo fai per comunicare qualcosa, va benissimo. E poi Chagall risulta simpatico ai bambini. Ha vissuto 98 anni riuscendo a rimanere sempre in contatto con la sua capacità di sognare e avere fantasia, come i bambini. È “come loro”, e questo i piccoli visitatori lo capiscono….

Per vedere le date delle visite per famiglie e prenotare, clicca qui


Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero