Certificati medici: fai così

Teaser Description: 
Cambiano le regole x attività amatoriali, non agonistiche e agonistiche. Quando serve e dove farlo

Danza, basket, calcio, psicomotricità, judo. Hai scelto il corso per il tuo bambino? E il rebus ora è: il certificato medico ci vuole o no? Davanti alle scuole non si parla d’altro. La normativa è cambiata quest’estate e c’è un po’ di confusione, anche tra gli addetti ai lavori. Abbiamo studiato la normativa ministeriale e con l’aiuto della Federazione italiana medici di medicina generale e la pediatra family friendly Francesca Brambillasca ecco cosa abbiamo capito:

CERTIFICATO MEDICO PER L'ATTIVITA' SPORTIVA NON AGONISTICA

Non è più obbligatorio (ma facoltativo) per le attività ludico-amatoriali. Se il bambino pratica un qualunque sport (nuoto, psicomotricità, judo...basket), in una palestra o spazio non legato a Coni e Federazioni sportive o ente di promozione sportiva, il certificato non è obbligatorio. Quindi posti privati e oratori e associazioni. Ma se la struttura lo chiede per motivi assicurativi o di tutela può farlo.

Resta obbligatorio invece per
--Sport praticati a scuola nel pomeriggio (attività fisico sportive parascolastiche), cioè a scuola ma fuori dall’orario di lezione
--Sport presso società affiliate alle federazioni sportive nazionali e al Coni
--Per chi partecipa ai Giochi sportivi studenteschi (fino ai regionali)
Si parte dai 30 euro. E' a cura del medico di base/pediatra o specialista in medicina dello sport. Per avere il certificato sono necessari:l'anamnesi e l'esame obiettivo con misurazione della pressione. L'elettrocardiogramma a riposo non è obbligatorio, ma va effettuato almeno una volta nella vita.

CERTIFICATO DI IDONEITA' ALL'ATTIVITA' SPORTIVA AGONISTICA

E’ obbligatorio per lo sport agonistico e va fatto nei centri ASL o presso privati accreditati dalla regione.
Cosa prevede: Il medico specialista in medicina dello sport deve effettuare personalmente la visita medica, facendo tutti gli accertamenti clinici e di diagnostica strumentale necessari. In particolare deve essere effettuato l'IRI test, sotto il controllo dello specialista  (è un indice che permette un giudizio sulle capacità di recupero dopo sforzo dell'atleta sottoposto al test)e elettrocardiogramma. La visita può essere integrata da accertamenti, di laboratorio o strumentali, se il medico sportivo li ritenga necessari.
Dove si può fare. Ci si può rivolgere alla propria Asl territoriale e prenotare una visita pagando un ticket. Ma ci si può rivolgere anche ad un medico sportivo privato, purché sia iscritto nell’elenco regionale e abbia la specializzazione.
Per i costi dipende dal centro: si parte dai 50 euro in su. Se presenti la lettera di richiesta da parte della società sportiva di appartenenza è gratuito.

Per trovare i centri pubblici o privati accreditati clicca qui…

I family friendly cui rivolgersi:

Da Medici in Famiglia si può fare il certificato per attività sportiva non agonistica. Prevede visita e ECG a riposo. Il costo è di 40 euro, ma con Radiomamma card 32,50 euro

Da Adec si può fare il certificato per attività sportiva non agonistica. Il costo è di 35 euro, ma con Radiomamma card 28 euro

Da Il Centro Medico Santagostino si può fare il certificato per attività sportiva non agonistica (a breve anche quello per agonismo). Il costo della visita + certificato è 60 euro

Al Collegio San Carlo, nella sede centrale, nuovo servizio "medico": certificati medici per attivita sportiva non agonistica, ma con elettrocardiogramma dai 6 anni d'età e visite specialistiche su cui basare allenamenti focalizzati sulla patologia del paziente (es x diabetici o riavilitativa). 35 euro sotto i 6 anni, 45 euro sopra i 6 anni

di Cristina Colli

Volevo condividere con le

Volevo condividere con le mamme anche questa rassicurante notizia, cioè che il vostro pediatra ASL il certificato lo fa pagare solo (si fa per dire) 25 €.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero