Bimbi più sicuri in acqua

Teaser Description: 
Una campagna informativa (e una guida online)

educazione acquaticaCon Tuo figlio in acqua devi sempre sapere cosa fare”. E' lo slogan della campagna sociale di sensibilizzazione “Acquaticità e sicurezza 0-12 anni. Dai primi bagnetti alla prima scoperta del mare" promossa dall’associazione Acquatic Education e patrocinata dal Ministero della salute. L'iniziativa è stata presentata dal Ministro della Salute Prof. Ferruccio Fazio e dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport On. Rocco Crimi.

E' ideata da Nicola Brischigiaro, pluricampione mondiale di immersione in apnea e tra i massimi esperti in educazione acquatica familiare, tocca una tematica molto importante: gli annegamenti e i semi-annegamenti. Purtroppo ogni anno in tutta Europa sono circa 5.000 i bambini tra 1 e 4 anni che perdono la vita per annegamento e nel mondo sono circa 175.000 le vittime tra 0 e 17 anni. L’Italia, con il suo clima mite, i suoi 8.000 km di coste, laghi e fiumi balneabili è uno dei paesi potenzialmente più esposti a questo fenomeno. E’ quindi prioritario, sensibilizzare, istruire ed educare, nel modo più consono, più dinamico e duraturo, coloro che per primi devono sovrintendere alla sicurezza acquatica dei bambini: i genitori. 

Sito e guida online
Proprio per aiutare i genitori ad orientarsi sulla sicurezza e sul migliore approccio con l'acqua dei loro bambini, è stato creato un sito dedicato ed è a disposizione una Guida suddivisa per fasce di età e location: CASA - PISCINA - MARE - LAGO - FIUME - ove i genitori troveranno tutte le procedure teoriche e pratiche per la fruizione dell'ambiente acquatico.
L’obiettivo della campagna ministeriale è la distribuzione gratuita del DVD in tutti i reparti di maternità e destinato alle neo mamme. La prima regione a distribuire i DVD sarà la Valle d’Aosta . Ma da subito, i genitori possono entrare nel sito internet www.educazioneacquatica.it vedere lo spot e richiedere la guida in formato cartaceo (pdf) e video (dvd).

E per le vacanze, ecco il Decalogo acquatico del buon genitore proposto da Acquatic Education:

1 - Educa i tuoi figli ad una buona acquaticità, dai primi bagnetti alla prima scoperta del mare: se non sai come affrontare con sicurezza l’ambiente acquatico informati e apprendi.

2 - Tieni sempre a vista i bambini anche nelle piscine e nei tratti di mare sorvegliati dai bagnini.

3 - Sorveglia attentamente i bambini anche quando hanno i braccioli o ausili per il galleggiamento.

4 - In acqua con i tuoi bambini gioca, divertiti ma valuta sempre le tue capacità natatorie. Inoltre rispetta e fai rispettare ai tuoi figli i divieti di balneazione.

5 - La maggior parte di laghi e dei fiumi non è balneabile: In acque torbide e prive di sorveglianza evitate la balneazione anche se siete nuotatori esperti.

6 - Ogni azione genera una conseguenza: non avere comportamenti eccessivi e sii un genitore prudente.

7 - Ricordati che l’apnea è pericolosa anche in un metro d’acqua, ammira i fondali ma al primo bisogno di respirare riemergi. Utilizza il sistema di coppia: uno in superficie e l’altro si immerge. Utilizza sempre il pallone segnasub.

8 - Rispetta l’ambiente acquatico marino: guardare e non toccare. Alcune specie possono essere pericolose.

9 - In barca o sul gommone prendi visione delle norme e fai indossare il giubbetto salvagente ai bambini.

10 - Se avvisti una boa con una bandierina stai almeno a 100m di distanza, significa che c’è un subacqueo in immersione.

 

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero