Bed&Breakfast per solidarietà

Teaser Description: 
Il caso di accoglienza delle famiglie del Cam

Non è un'esperienza di affido, ma è sicuramente una delle più originali e straordinarie soluzioni di ospitalità familiare e solidarietà che le famiglie milanesi abbiano mai sperimentato: il Bed&Breakfast Protetto, un progetto realizzato sei anni fa dal Cam, il Centro Ausiliario Problemi Minorili.

Non più bambini, non ancora adulti
Di cosa si tratta? Si tratta di offrire, dopo un'adeguata formazione garantita dall'associazione, ospitalità e anche "solidità" familiare a un ragazzo o una ragazza che si trovano alla soglia della maggiore età, privi di legami parentali in grado di aiutarli a completare gli studi o a trovare la propria strada in autonomia. Tardo-adolescenti in una situazione particolarmente delicata, perché ormai vicini al "congedo" che le comunità e i servizi sociali danno ai ragazzi che superano i 18 anni e che dunque teoricamente non hanno più bisogno di una tutela minorile.
Il Cam, che ha una storica esperienza a Milano nell'ambito dell'affido, ha studiato a lungo il problema. I giovani rischiano un "abbandono" troppo precoce da parte dei servizi, magari dopo anni di permanenza in comunità. Hanno bisogno di una fase di transizione familiare (che non può necessariamente essere l'affido, vista la maturità dei soggetti), che consenta loro di arrivare gradatamente all'autonomia personale ed economica.

220 famiglie ospitanti, 25 ragazzi ormai indipendenti
La soluzione felicemente sperimentata è stato il Bed&Breakfast Protetto, una formula che in questi anni ha coinvolto 220 famiglie e "accompagnato" verso l'indipendenza 25 ragazzi, più un'altra decina ancora "in famiglia".
Ciò che si chiede alla famiglia, sulla base di un corrispettivo economico, è di mettere a disposizione una stanza e di condividere alcuni momenti della quotidianità, come la colazione, inquadrando il giovane in un sistema di vita fatto di autonomia, di senso di responsabilità e di rispetto, e soprattutto di fiducia reciproca. La cornice di una famiglia, insomma, ma con la distanza emotiva necessaria a far costruire al giovane un suo cammino di autonomia.
I 25 ragazzi già usciti dal circuito (in prevalenza minori stranieri non accompagnati), si sono praticamente tutti inseriti nella società con una casa propria e un lavoro (il Cam fornisce a ciascuno di loro una borsa lavoro).   

Come diventare famiglie ospitanti
Ora il Cam cerca nuove famiglie disponibili all'accoglienza e a partire dal prossimo 6 febbraio farà partire il nuovo Corso di formazione per famiglie ospitanti. Il corso è destinato a persone residenti a Milano o dintorni, interessate ad approfondire le caratteristiche del Servizio di ospitalità familiare retribuito, denominato Bed & Breakfast Protetto, a favore di giovani italiani e stranieri di 17/20 anni, in carico ai Servizi Sociali.
Per informazioni: Ufficio Bed & Breakfast Protetto  tel.02.48513608 - fax 02.4813186 - www.cam-minori.org

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero