Agenda

Archivio News

Bambini all'aria aperta. Anche a Milano

Teaser Description: 
Un famoso pediatra detta il decalogo per la salute dei figli

Decalogo salute bambinoSmog, traffico, ritmi nevrotici: diventare grandi a Milano non è un gioco da ragazzi. Ma almeno 10 regole auree per far crescere i bambini in salute, anche in una grande città, esistono. 

A dettarle è Italo Farnetani, pediatra, docente dell’Università Bicocca e autore di numerosi testi dedicati al tema della famiglia e della salute (“Genitori autorevoli”, “Nonni autorevoli”, “I bambini guariscono sempre”, “L’alimentazione del bambino”, tutti editi da Mondadori) che domani sera alle 21, all’Urban Center di Monza, presenterà “Il decalogo per la salute dei figli” tratto dal suo ultimo lavoro, l’Enciclopedia del genitore (Mondadori). "Anche i giardini di via Palestro sono meglio delle quattro mura di casa", ha dichiarato sabato scorso Farnetani al Corriere della Sera. E ha rassicurato i genitori: "Non abbiate paura di portarli fuori a fare una passeggiata".

Vediamo in cosa consiste il decalogo:

Aria aperta. Sfruttate i parchi pubblici, dice Farnetani, anche a Milano. Perché l’aria esterna, nonostante l’inquinamento, è migliore di quella delle case. E comunque all’aria aperta si possono attuare tre dei quattro punti della “Regola delle 4 C”, ovvero: camminare, cane, ciclismo, comportamento alimentare.

Sport. Il bambino può iniziare a praticare attività sportiva non agonistica dopo aver compiuto 6 anni di età, ma già a 3 anni si possono iniziare nuoto e ginnastica.

Alimentazione. Qui le regole da seguire sono tre: il bambino non deve mai mangiare al di fuori dei cinque pasti principali (prima colazione, spuntino a metà mattinata, pranzo, merenda, cena). La seconda regola è la varietà dei cibi, per garantire l'apporto di tutti i principi nutritivi (i bambini italiani, ad esempio, tendono a mangiare troppa carne e poco latte e formaggi).

Famiglia. È il principale elemento che determina la salute del bambino. Se in famiglia c'è un ambiente psicoaffettivo valido, il bambino sarà sereno e potrà dedicare tutte le proprie energie alla crescita.

Nonni. Tre su quattro abitano a una distanza inferiore a un chilometro dai nipoti, per questo li possono frequentare molto. I nonni costituiscono il "secondo cerchio della famiglia" e costituiscono una presenza affettivamente forte che forma le radici familiari.

Territorio. Altro elemento essenziale per la crescita dei bambini, è inteso come il tessuto umano presente, gli amici, le persone che si incontrano.

Scuola. I compagni di classe costituiscono il primo gruppo di pari. I genitori e i nonni devono cercare di farli frequentare anche al di fuori dell'orario scolastico. Le ore migliori per fare i compiti sono dalle 15 alle 17.

Igiene del sonno. Il periodo che segue la cena e che precede il momento di addormentarsi deve essere particolarmente tranquillo, la famiglia deve essere riunita, il clima deve essere rilassante. I genitori devono semplificare al massimo il momento di andare a letto, perciò non devono sfruttare queste occasioni per dare direttive educative o preparare vestiti o zaino per il giorno successivo. L'unico impegno è quello di spazzolarsi i denti.

Controlli medici. È normale che i bambini si ammalino alcune volte all'anno, perché per loro è l'"apprendimento immunologico". Ogni volta che si ammalano fabbricano le difese immunitarie che li proteggeranno negli anni successivi. In media un bambino nei primi sei anni di vita si ammala 5-6 volte all'anno. Se il bambino sta bene non deve eseguire esami del sangue di routine, ma è sufficiente il controllo dal pediatra, una volta al mese nel primo anno, poi a 18 mesi. Dai 2 anni in poi è sufficiente un controllo annuale. A 3 anni è consigliato un controllo dall'oculista e dall'odontoiatra.

Vaccinazioni. Sono la più grande scoperta della storia della medicina. In genere vengono eseguite entro i primi 12-15 mesi di vita.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero