Animali in cerca di famiglia

Teaser Description: 
Ora c’è l’app per adottare cani e gatti del canile. Ma come sceglierli e portarli a casa?

Lello è un gatto di 13 anni, affettuoso e vorrebbe tanto passare la sua vecchiaia su un divano accogliente. Artiglio è un bassottino giocherellone che cerca una famiglia paziente… Poi ci sono Mirtilla, Zoe, Crostino, Nuvola, Pink e tanti altri. Ci sono 140 cani e 130 gatti ospitati nel parco canile del Comune di Milano e che ora puoi vedere su Adottami. Nella nuova web-app per ogni animale trovi foto, breve descrizione con la provenienza, l’età, la taglia, la specie ed eventuali informazioni sulla sua storia di ciascun ospite.  La vedi dal telefono, tablet o computer.

Abbiamo fatto un giro al canile, per capire come funziona l’adozione, come si fa a portare a casa un cane o un gatto

LA STRADA PER L’ADOZIONE
Vai al canile, anche senza appuntamento, e fai un giro con un addetto alle adozioni, che ti mostra i cani e i gatti pronti per avere una famiglia. Poi fissi un colloquio conoscitivo. Ti viene chiesto come è composta la famiglia, le abitudini, se ci sono bambini e/o anziani, quante ore al giorno la casa è vuota ecc. A quel punto scegli un gruppetto di animali che sono piaciuti particolarmente e gli addetti tra questi ne selezionano due o tre, i più adatti alla tua famiglia, per quanto emerso dal colloquio. E con questi c’è l’incontro diretto, faccia a faccia. Alla fine il prescelto entra nella fase finale per l’adottabilità. La famiglia va al canile quattro, cinque volte, per incontri mirati di conoscenza e se tutto funziona bene, voilà. Ecco che l’animale viene portato a casa, dopo la firma di un modulo. 

ARRIVATI A CASA E’ MIO PER SEMPRE?
C’è una visita da parte degli addetti del canile a casa, entro i primi sei mesi, per controllare che l’inserimento sia riuscito, sia per i padroni sia per il cane/gatto. Se ci sono difficoltà e problemi hai sei mesi per cambiare idea e rinunciare all’adozione.

TIPI DI CANI E GATTI
Tutti gli animali adottabili sono sterilizzati, vaccinati e il giorno prima di partire per la loro nuova casa vengono visitati dal veterinario. Vengono “abbinati” alla famiglia adottiva in base alle caratteristiche degli umani e del cane o gatto. Per esempio se vai al canile con due bambini piccoli e scatenati, ti accoppieranno con un cane giocherellone, ma tranquillo e che magari in passato ha già vissuto con bambini.

I SERVIZI DOPO L’ADOZIONE
Dal punto di vista sanitario ci si deve affidare a un veterinario esterno, ma dal punto di vista educativo gli esperti del canile restano a disposizione

LE CARATTERISTICHE CHE RENDONO UNA FAMIGLIA IDONEA
I membri della famiglia devono essere tutti d’accordo sull’impegno che si prendono e la casa non deve essere disabitata per troppe ore al giorno. E per evitare adozioni istintive, magari fatte sull’onda dell’emotività, si “studiano” gli incontri pre-adottivi, perché già lì, dicono al canile, si capisce se la volontà è reale e l’impegno costante.

Ecco gli indirizzi per al app:
http://adottami.garanteanimali.it e sul sito del comune www.comune.milano.it

di Cristina Colli

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero