"100 giorni di frutta" x 3500 bambini lombardi

Teaser Description: 
Il Gruppo Ethos ha lanciato una sfida, e un consiglio: genitori, non mollate!

Cosa c’è per merenda oggi? Domanda tipica, fuori da scuola. E se la risposta è “Una mela,” oppure “La banana”, la lotta ha inizio. Giusto?  Coraggiosi allora, viene da dire, i partecipanti a “100 giorni di frutta”, progetto di educazione alimentare rivolto ai bambini delle Scuole Primarie e Secondarie lombarde, ideato dal Gruppo Ethos – Ristoranti Italiani, con la collaborazione del nutrizionista Luca Speciani.

Ecco la sfida.  Per cento giorni 3500 bambini di 20 scuole primarie e secondarie di Milano, Monza e Brianza devono mangiare fuori pasto, come merenda, solo ed esclusivamente frutta fresca. Gli insegnanti controllano e aiutano a capire il perché di questa scelta. E i genitori? Non devono “mollare” durante il weekend e magari collaborare durante la settimana.

Il kit per ogni bambino contiene: il fumetto “Tom&Lia alla scoperta del vero cibo!”: un’avventura nella preistoria alla (ri)scoperta degli alimenti che fanno parte della storia evolutiva dell’uomo (con schede più “scientifiche” per mamma e papà). Un calendario personalizzato su cui annotare il consumo giornaliero di frutta e verdura, oltre a schede didattiche e informative, giochi e materiale a tema, come le ricette.

E alla fine? Laboratori di cucina nelle cucine vere dei ristoranti del Gruppo Ethos (Grani&Braci a Milano, Acqua e Farina ad Agrate Brianza, Sanmauro a Casatenovo e Risoamaro a Mariano C.se)
Ma solo per le classi che avranno raggiunto con successo i “100 giorni di frutta”.

I 100 giorni scadono il 20 dicembre e la notte di Halloween ragazzi, genitori e insegnanti saremo proprio a metà della sfida....Come sta andando l’avventura?

Flavia Gandola dell'Istituto Gabrio Piola di Giussano (MB) parla di "successo": “per quanto riguarda i 28 alunni della 4^C c'è soddisfazione. Tutti stanno infatti consumando frutta a merenda e aderendo all'iniziativa, a differenza dello scorso anno, quando un tentativo analogo era andato fallito”, racconta.

Donatella Gariboldi, docente della Scuola Primaria A. Manzoni di Lesmo (MB), iscritta con ben sette classi, tra quarte e quinte racconta che il progetto sta procedendo bene, ma.....”Come sempre, purtroppo, chi è più difficile coinvolgere sono i genitori, che faticano ad accogliere determinati suggerimenti.", confessa.

Una vera sorpresa per Elda e Donatella, insegnanti alla Scuola Primaria Dante Alighieri di Correzzana, Lesmo (MB). Si dicono “piacevolmente stupite per il seguito che hanno riscontrato nei bambini, che consumano quotidianamente frutta e anche verdura a merenda”. E in più segnalano che molte delle ricette proposte nelle schede sono state fatte a casa, il che implica un attivo coinvolgimento anche da parte dei genitori.

E c’è chi si sta allenando, come racconta Franca Pellizzari: "Noi (prima media A dell'istituto comprensivo di Lesmo) partiremo dopo Natale. Però gli allievi sono già a conoscenza del progetto, i genitori sono stati sensibilizzati e già molti ragazzi hanno cominciato a portare a scuola merende di frutta e verdura. Speriamo bene!"

100 giorni di frutta farà il bis a gennaio...con nuovi partecipanti. Le iscrizioni scadono il 31 ottobre. E poi si può partecipare anche a distanza: sul sito www.gruppoethos.it si possono scaricare gratuitamente i materiali per partecipare

a cura di Cristina Colli

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero