Tuffati nei girasoli

Teaser Description: 
Ancora qualche giorno alla Fabbrica del Vapore per la mostra multimediale per le famiglie, dove ti immergi nelle opere di Van Gogh

Entrare in un quadro di Van Gogh, letteralmente. Ci si siede, ci si sdraia, si cammina sopra i famosi girasoli e il cielo stellato. E’ un’esperienza coinvolgente per i bambini (e non solo) Van Gogh Alive – The Experience, alla Fabbrica del Vapore prorogata a grande richiesta fino al 16 marzo. Una mostra multimediale, fuori dai canoni.

Entri dal cancello e arrivi a piedi all’ingresso, vedendo in lontananza un enorme vaso colorato con grandi girasoli che ti anticipano il tutto. Poi la mostra. Biglietteria e una stanza con grandi pannelli che da un lato raccontano (in italiano e in inglese) la vita del pittore e dall’altro lato la sua arte, spiegata in modo semplice e facilmente “traducibile” ai bimbi.

Poi un tendone nero, modello teatro, ti fa entrare in un corridoio in semioscurità. Gli occhi così si abituano. E alla fine una grande stanza, buia. Eccola l’esperienza dentro l’arte di Van Gogh. Buio e oltre 3000 immagini proiettate in altissima definizione sulle pareti e sul pavimento. E’ un viaggio che dura una mezz’ora, poi ricomincia. Puoi stare dentro quanto vuoi.
La storia è un collage virtuale che ti fa vivere tutta l’arte dell’artista. Vedi tutti i particolari, vista l’alta definizione e le dimensioni giganti dei “quadri” e per i bambini sperimentano, toccando con mani e piedi. Al centro, sul pavimento, possono rotolarsi, sdraiarsi, camminare, sulle immagini. E ti sembra davvero di entrare nelle opere. L’atmosfera è ancora più coinvolgente grazie alla musica, che segue il racconto. Dalla classica a quella francese, per segnare i vari periodi e i vari quadri. Per i bambini è un modo diverso di “vedere” una mostra. E’ come assistere a uno spettacolo, da cui escono con immagini impresse nella mente.

Da segnalare:

  • i bambini sono lasciati liberi di “provare” a scoprire Van Gogh. Ma se andate con bimbi piccoli (2-3 anni) aspettatevi i “Shh” dei custodi se corrono di qua e di là urlanti (l’impatto visivo stimola i commenti chiassosi) e occhio alle manine. Vietato toccare, alle pareti.
  • all’uscita, o all’entrata, c’è un grande bar per merende e colazione.
  • ci sono laboratori, workshop e visite didattiche per famiglie e scuole intorno alla figura dell’artista, all’uso del colore nella progettazione e al rapporto tra musica e arti visive.

Dalle 10 alle 20. Giovedì e sabato dalle 10 alle 23 (ultimo ingresso un’ora prima dell’orario di chiusura della mostra) Adulti 12 euro Ridotto Under 18, studenti, over 65, disabili 10 euro. Bambini sotto i 6 anni gratuito

di Cristina Colli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Zona: 
Zona 2 - Stazione Centrale, Gorla, Turro, Greco e Crescenzago
Legenda: 


Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero