Pinocchio: uno di noi!

Teaser Description: 
Il burattino in mostra alla fabbrica del gioco

Centocinquanta anni fa nasceva lo Stato Italiano. I festeggiamenti sono partiti già all’inizio del 2011 e hanno coinvolto anche i bambini. Al di là delle feste sventolando bandierine e seguendo parate però, come si può raccontare davvero l’Italia subito dopo l’Unità, l’Italia della seconda metà dell’Ottocento ai più piccoli? Bi La Fabbrica del gioco e delle arti a Cormano ha scelto Pinocchio per spiegare ai bambini l’Italia che fu e insieme rileggere con loro un classico della letteratura per l’infanzia, il romanzo italiano più letto di tutti i tempi. L’itinerario di Radiomamma vi conduce alla scoperta di Pinocchio e del museo che lo ospita in queste settimane...

7 luglio 1881. è la data di nascita di Pinocchio, il giorno in cui per la prima volta uscì sulle pagine del Giornale dei Bambini. Da appena vent’anni c’era lo Stato Italiano e Carlo Lorenzini, in arte Collodi, aveva vissuto da protagonista il Risorgimento, come giornalista e come soldato. Nello scrivere raccontò molta dell’Italia del suo tempo e così i bambini la ritrovano nell’esposizione di Cormano e soprattutto negli incontri laboratorio che la accompagnano. Le attività pinocchiesche partono il 25 settembre per terminare il 23 ottobre…

La passeggiata all’interno del museo comincia proprio dallo spazio dedicato a Pinocchio, quello di solito destinato alle Mostre temporanee, e che ospita anche un’aula scolastica di cento anni fa con banchi, cartelle, inchiostro e bacchetta della maestra per spiegare ai bambini come si studiava una volta. Questa parte del museo ospita anche una sala proiezioni. La parte stabile dell’esposizione è invece quella che accoglie 1000 giocattoli originali dal 1700 al 1950. In esposizione c’è solo un terzo di quanto il museo ha acquisito e in progetto ci sono altre mostre per esibire il materiale rimasto in cantina, a partire da un migliaio di esemplari dei Puffi. Il tutto in un ex cotonificio che è un esempio di archeologia industriale con un recupero a prova di passeggino: tutta l’area è percorribile con il passeggino e i bagni sono a misura di bambini, come quelli dell’asilo.

Tornando a Pinocchio in mostra ci sono esemplari del burattino e del libro dall’Ottocento a oggi. Si scopre così l’evoluzione di un personaggio che, nell’immaginario collettivo più recente ha le sembianze della versione disneyana, ma che ha ben altre origini e storia. Si scopre così che Pinocchio, non nacque come romanzo, ma pubblicato a puntate e che per un bel po’ il burattino rimase impiccato. Per molti mesi infatti la pubblicazione fu interrotta sul giornale, in tanti scrissero per salvarlo, e Collodi riprese la penna. Per scoprire questo ed altro ci sono appuntamenti e iniziative per grandi e piccoli…

Da venerdì 23 settembre al 20 ottobre alle 16
Letture per i bambini dal capolavoro di Collodi presso la Biblioteca dei Ragazzi. Appuntamento con Storia di un burattino ogni venerdì.

Dal 25 settembre al 9 ottobre
“Nasi lunghi e gambe corte”, concorso letterario aperto a tutte le età. Suggeriamo a Pinocchio nuove bugie.  La più fantasiosa sarà premiata dai “Giudici” di Bì.  La partecipazione è gratuita, i suggerimenti potranno essere compilati su un  modulo ritirabile all'ingresso del Museo e inseriti in un'urna. Verranno istituite 3 fasce d'età: fino a 11 anni, dai 12 ai 15, adulti.  La giuria è composta da responsabili del  Centro.

Domenica 9 ottobre alle 16.30

Per i grandi “Una pinocchiata” Risorgimento del testo di Carlo Lorenzini.  Analisi e suggestioni in punta di filologia.

Domenica 16 ottobre alle 16 e alle 17 e 30
“I Tagliani”. Laboratorio di  costruzione di pupazzi che possano rappresentare il popolo italiano. Si può raffigurare sé stessi, un conoscente o un personaggio storico. I materiali utilizzati saranno tra i più svariati e differenziati e preparati per le differenti fasce d'età. (dai 3 agli 11 anni).

Sabato 22 ottobre alle 17

“Di maestre e bacchette”, un confronto sociopedagogico tra  scuola di ieri e scuola di oggi, osservando l'aula ottocentesca del Museo, arredi e attrezzature. “Lezione” giocosa per grandi e piccini (dai 6 anni), tra Collodi e De Amicis.  E' gradito il grembiule.

Domenica 23 ottobre alle 16 e alle 17.30

“C’era una volta un pezzo di legno”, laboratorio di costruzione di Pinocchi (ma anche mangiafuochi, grilli o fatine) con materiali di recupero. Dai 3 agli 11 anni

Sabato 29 ottobre alle 9.30

“Una pinocchiata”, risorgimento del testo di Carlo Lorenzini. Conferenza riservata alle scuole su prenotazione.

Dove:
Bì La Fabbrica del Gioco e delle Arti

Via Rodari, 3, Cormano
Quando: Il museo è aperto al pubblico sabato e domenica dalle 14.30 alle 18.30, l’ultimo ingresso è alle 18. Negli altri giorni la struttura apre per appuntamento per scuole e gruppi. La prenotazione per i laboratori è sempre consigliata ed è valida fino alle ore 15.

Costo: Il biglietto intero costa 6 euro, il ridotto 4. La Mostra dedicata a Pinocchio è visitabile all'interno del Museo, sempre col biglietto d'ingresso. I laboratori domenicali costano 5 euro a bambino. I genitori entrano gratuitamente se accompagnano un bambino fino a 5 anni di età, aspettano all'esterno negli altri casi.
Info: 02.66305562 - info@bilafabbricadelgiocoedellearti.it - museodelgiocattolo@tin.it

di Chiara Pizzimenti


Zona: 
Fuori città
Legenda: 


Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero