Parco Ittico Paradiso. I pesci a portata di mano

Teaser Description: 
Quattro passi fra stagni e laghetti a pochi chilometri da Milano
Teaser Description: 
Quattro passi fra stagni e laghetti a pochi chilometri da Milano

Aspettatevi i pesci, ma non solo quelli. Visitare il Parco Ittico Paradiso, a pochi chilometri da Milano, significa fare un percorso fra flora e fauna d’acqua dolce: passando dagli aironi alle tartarughe, dalle piante acquatiche agli storioni, che arrivano a due metri di lunghezza con la novità nel 2011 di un acquario gigante dove si possono osservare il ciclio riproduttivo e le fasi di crescita di un pesce. Qualche dato prima di cominciare il percorso: esteso su 130.000 metri quadrati, il terreno del parco è stato formato dal fiume Adda che, deviando il suo corso, ha ritagliato un territorio ricco di sabbie e ghiaie. Negli anni Ottanta era un allevamento ittico, poi si è popolato di specie animali e piante, ed è stato riqualificato come struttura naturalistica e sono stati ricreati ambienti di fiume e di palude.

La visita parte già all’ingresso. Sono qui infatti, nel primo stagno sulla sinistra, le tartarughe d’acqua sempre affascinanti per i bambini. I più grandi possono fare tutto il percorso a piedi, ma anche con il passeggino si percorrono con relativa facilità i vialetti, tutti su sterrato, che attraversano il parco. Per ogni area sono segnalate le specie principali, chi vuole sapere veramente tutto può prenotare una visita guidata, ma per una giornata nel verde fuori casa basta davvero l’attrattiva di colori e forme dei pesci. Si prosegue e ci si trova presto fra le acque. La prima zona è formata da una serie di canali in cui l'acqua scorre lenta ed l'habitat ideale per pesci come luccio, anguilla e pesce gatto, e per quelli della famiglia dei ciprinidi (carpe e tinche). Qui c’è il primo osservatorio subacqueo con le anguille (si scende una rampa di scale e si vedono i pesci da un passo). Le vetrate da cui si osservano i pesci sono ad altezza bambino così che anche i più piccoli possano osservare con facilità i pesci. Sulla destra ci sono invece i pesci autoctoni dell’Adda.

Proseguendo si arriva al fiume dei giganti. È la zona riservata agli esemplari di grandi dimensioni, come lo storione e il pesce siluro, che possono raggiungere fino a due metri di lunghezza. Proprio di fronte al laghetto dei giganti c’è lo stagno di riproduzione di tartarughe e pesci rossi, sì proprio quei pesciolini che vivono anche in tante case. Il percorso segnalato dal Parco prosegue per la sorgente Paradiso e i fontanili da cui sgorga l’acqua sotterranea che serve per la vita di tutti i pesci. Tocca poi al fiume dei salmonidi. Qui l’acqua corre veloce ed è adatta a trote, salmoni e salmerini. Infine il fiume delle trote giapponesi e dei pesci colorati.

Se l’interesse dei vostri piccoli non sono solo i pesci, adesso viene il bello con la minifattoria e il parco giochi. La fattoria ospita mucche, caprette, maialini, asinelli, pony, conigli e anatre. Nel parco giochi c’è spazio per l’avventura con scivoli, ponti tibetani sospesi, piani inclinati, reti di arrembaggio, funi di arrampicata e altalene. Da quest’anno c’è anche un’area gioco per i più piccoli. Ma soprattutto c’è una vasca dove i bambini possono accarezzare i pesci. Questa è la zona in cui è possibile fermarsi per un pic nic, nell’area ristoro c’è il bar e ci sono i bagni. Tutto attorno un ambiente con 6000 alberi (salici, ontani, olmi, aceri, frassini, pioppi) divisi fra bosco dei conigli e degli aironi. Oltre ai daini, in un apposito recinto, ci sono tassi, donnole, ghiri, ricci, conigli, germani reali, martin pescatore, folaghe. I laghetti ospitano anche cigni bianchi e neri.

La stagione ideale per la visita è la primavera insieme al mese di settembre. Il Parco è aperto dal primo marzo al 30 settembre dalle 9 alle 17.30, sabato e festivi fino alle 19. D’inverno il Parco è chiuso. L’ingresso costa 10 euro per gli adulti, 8 per bambini e ragazzi da 3 a 13 anni.
Nel weekend spesso ci sono eventi, laboratori e attività per i bambini: per gli appuntamenti, guardate l'agenda di Radiomamma e il sito del Parco: www.parcoittico.it

Il Parco Ittico Paradiso si trova nella frazione Villa Pompeiana del Comune di Zelo Buon Persico, a 20 km da Milano. Per raggiungerlo si deve prendere la Statale Paullese, girare al bivio di Zelo Buon Persico o percorrere la via Emilia fino a Melegnano e quindi seguire le indicazioni per Mulazzano e Villa Pompeiana. Per chi percorre l'autostrada A1: uscire a Lodi e proseguire in direzione di Zelo Buon Persico. Chi vive in zona ed è armato di bicicletta segnaliamo che da San Grato (LO), da Zelo Buon Persico e da Melegnano partono piste ciclabili che arrivano al Parco.

Per chi volesse farsi un’idea del percorso da fare c’è la possibilità di una visita virtuale (http://www.parcoittico.it/visita_on_line.html). Per informazioni e prenotazioni telefonare allo 02.9065714.

Zona: 
Milano Est
Legenda: 


Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero