La Giornata della Memoria per i bambini

Teaser Description: 
A Milano spettacoli, letture, mostre e visite ai rifugi sotterranei

Il 27 gennaio 1945 i cancelli di Auschwitz furono abbattuti dalle truppe dell’Armata Rossa, e i superstiti del lager furono liberati. Ogni anno il 27 gennaio si celebra la Giornata della Memoria. Per non dimenticare. Per ricordare.  Ecco qualche appuntamento in città che può aiutare mamme, papà, nonni e insegnanti ad affrontare questa giornata con i bimbi.

I Bunker della memoria. Dal 23 al 29 gennaio le scuole e le famiglie potranno visitare i bunker Ex Breda (qui nella foto di Giuliana Fantoni), allestiti con paesaggi sonori, narrazioni multimediali e installazioni per ripercorrere la storia del Parco e della Breda, nel periodo della guerra.  I bunker erano i rifugi usati per difendere gli operari della Breda. Per le scuole le visite sono fissate nelle giornate del 23, 24, 25, 28 e 29 gennaio nei seguenti turni: 9:00, 11:00 e 14:00. Le visite sono aperte ai cittadini nei giorni sabato 26, nei turni 9:00 e 11:00 e domenica 27 nei turni 9:00, 11:00 e 14:30. (organizzato da Parco Nord Milano, con EUMM (Ecomuseo Urbano Metropolitano Milano Nord) e i ragazzi del Servizio Civile). Il ritrovo è previsto presso la Cascina Centro Parco in via Clerici, 150 Sesto San Giovanni. La prenotazione è obbligatoria: bettinelli@parconord.milano.it oppure 02 241016251.

Leggere per ricordare. Venerdì 25 gennaio alle 18 alla Biblioteca Quarto Oggiaro. Un pomeriggio per grandi e bambini con letture e interventi musicali per celebrare la Giornata della Memoria. (Via Otranto, ang. Via Carbonia, Info: 0288465813)

Stelle, piume e violini. Spettacolo alla Biblioteca Valvassori Peroni, venerdì 25 gennaio alle 18.30. Canzoni, fiabe, leggende e storie vere della cultura ebraica, klezmer e nomade: spettacolo di Emanuele Scataglini con Barbara Rosenberg, voce narrante e Renato Spadari alla chitarra. (Via Valvassori 56, 0288465095)

Monsieur Batignole. Al Cinema Apollo venerdì 25 gennaio. Proiezione per le scuole. Dai 7 anni. Edmond Batignole è un piccolo bottegaio nella Parigi del 1942 occupata dai nazisti. Uomo mediocre e opportunista, approfitta egoisticamente della disgrazia di una famiglia di ebrei vicini di casa, denunciata alle autorità da suo genero, per occuparne l’appartamento. Quando però Simon, il figlioletto dei vicini, fortunosamente scampato alla deportazione, bussa alla sua porta, Edmond s’impietosisce e, in modo rocambolesco, aiuta il bimbo a rifugiarsi in Svizzera. (Galleria De Cristoforis n. 3, ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria tramite fax al n. 0288462604)

Lacrime di memoria. La shoah raccontata ai bambini. Alla biblioteca Chiesa Rossa, alle ore 16.30 del 26 gennaio. Spettacolo teatrale, per bambini dagli 8 agli 11 anni, realizzato e presentato dalla compagnia L’Altra Luna. (Via San Domenico Savio, 3 Info: 02-884.45032)

Non dire le bugie. Al teatro della Memoria sabato 26 alle 16 uno spettacolo per bambini dai 6 anni di e con Floriano Negri. (Via Domenico Cucchiari, 4,www.teatrodellamemoria.it 02/313663)

Camminando nella memoria. Sabato 26 e Domenica 27 la mostra concepita e realizzata dagli allievi delle scuole medie di Sesto San Giovanni, che attraverso sei scene e un percorso didattico ripercorre la storia della deportazione. (Scuola “Anna Frank”, via Boccaccio 336, Sesto San Giovanni, Sabato dalle 15 alle 19,30; domenica dalle 11 alle 13 e (su prenotazione) dalle 16 alle 19,30 02/36574336-26, culturasesto@sestosg.net)

Sarah e la Strega Borlotta. Domenica 27 alle 16.30 al Teatro la Scala della VIta. Una storia per bambini e ragazzi, da 5 a 13 anni, dedicata alla Shoah. Con Giorgia Barattieri, Laura Fedeli e Wilma Minuti
Testo e regia di Stefano Bernini. ( Via Piolti de' Bianchi 47, angolo C.so Plebisciti. 333.88320330 - 02.63633353)

Memoriale della Shoah di Milano - Binario 21. Domenica 27 gennaio alle 11 inaugurazione e apertura al pubblico del Museo, creato proprio al binario dove partivano i treni per le deportazioni. (Stazione Centrale, www.figlidellashoah.org)

Binario 21. Il 28 gennaio alle 14 parte il treno della Memoria della Provincia, con 500 studenti a bordo. Direzione: Mauthausen.

Il bambino con la fionda. Lunedì 28 gennaio la scrittrice Vanna De Angelis presenta Il bambino con la fionda (Piemme, 2013), la storia (vera) di Marek, nove anni, rimasto solo nel ghetto di Varsavia dopo che la sua famiglia è stata deportata. (ore 18.30, la Feltrinelli, corso Buenos Aires 33)

Anna Frank e Franz Schubert. Spettacolo La Verdi, venerdì 22 febbraio alle 10.30, per bambini dai 12 anni. (Largo Gustav Mahler 02.833.89.401, www.laverdi.org)

A cura di Cristina Colli

Zona: 
--- Nessuna zona selezionata ---
Legenda: 


Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero