In giro tra vagoni, navi e aerei

Teaser Description: 
al Museo della Scienza e della Tecnologia
Sono a grandezza naturale. E’ per questo che i piccoli sgranano gli occhi. Quello nei padiglioni ferroviario e aeronavale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci è un viaggio stupefacente per i bimbi.

Dall’entrata del museo di Via San Vittore, dopo corridoi, ascensori e alcune sale, si esce all’esterno ed ecco il padiglione F, quello ferroviario. Sembra di entrare in una vera stazione in metallo di fine ‘800. Dentro ci sono i marciapiedi che affiancano i binari, i segnali ferroviari e soprattutto tante locomotive a vapore (con tanto di tender, il rimorchio dove si trasportava il carbone) ed elettriche. Tutte vere, ovviamente. Si cammina sui marciapiedi, affianco a questi “giganti” neri, verdi e marroni, lucidi e che ricordano i film di una volta. I bimbi di solito corrono avanti e indietro, arrivando a mala pena all’altezza delle ruote e degli stantuffi. Per i baby appassionati di treni è un sogno vedere in dimensioni reali i modellini con cui di solito giocano. Ogni tanto ci sono anche scalette in metallo che permettono di raggiungere la cabina di guida e curiosare (non toccare) i comandi delle locomotive. Ci sono motrici a vapore di fine ‘800 e della metà degli anni ’30 e una serie di motrici elettriche della prima metà del ‘900.

Dopo aver passeggiato e curiosato si esce dalla parte opposta all’entrata ed eccoci davanti al Padiglione aeronavale. Qui, su due piani collegati da scale dai gradoni bassi (facilmente percorribili anche in passeggino) si entra nel mondo di aerei e navi in tutti i sensi: i mezzi sono per terra, per aria, appesi, vicini mentre si cammina. Sono ovunque, si è immersi! Il pezzo forte (non solo per i baby visitatori) è il ponte di comando del transatlantico Conte Biancamano, col grande salone delle feste. L’impressione è quella di essere su una nave in attracco. Poi c’è il piano dedicato alla storia del volo dove sono esposti undici velivoli: caccia, caccia a reazione, elicotteri, motori… C’è anche un simulatore meccanico e una postazione multimediale che fa scoprire (ai più grandicelli) il funzionamento di un velivolo.

E non dimentichiamo il Toti, il grande sottomarino ospitato nel Museo. Il sottomarino può essere visitato in due modi: dall'esterno, pagando il solo ingresso al museo oppure acquistando un biglietto supplementare per visitare l'interno del sottomarino guidati da un animatore del museo. Per partecipare alla visita guidata si può acquistare il biglietto per il giorno stesso direttamente alla cassa del museo (fino ad esaurimento dei posti disponibili) o prenotare telefonicamente o via email.

E ogni weekend al Museo ci sono laboratori per i bambini e visite guidate. Per scoprire orari e dettagli sulle visite guidate: http://www.museoscienza.org/attivita/weekend.asp


Dove: via San Vittore 21
Orari: Dal martedì al venerdì: 9.30 - 17.00, Sabato, domenica e festivi: 9.30 - 18.30. L'ingresso è consentito fino a 30 minuti prima della chiusura.
Costo: intero 10 euro, fino a 3 anni gratuito, under 25 anni 7 euro
Info:  www.museoscienza.org

Zona: 
Zona 1 - Centro storico
Legenda: 


Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero