Il giardino di via Martinetti

Teaser Description: 
Ombra, giochi e lontano dalle macchine, ma rischia di essere dimenticato

Dalla strada non si vede, è “nascosto” il giardinetto alberato di Via Martinetti. Si entra da un cancello pedonale, quasi fosse un cortile di una casa. E’ tutto recintato. Seguendo un sentierino asfaltato, ricoperto di sabbia, si percorre una sorta di corridoio, costeggiato da prato e alberi alti. E dopo qualche metro eccolo il giardino vero e proprio.

Un rettangolo, in mezzo ai palazzi, con tante panchine, ovunque. Sono sparse e sono veramente tante. Molte sono messe affiancate, per permettere “la chiacchiera” delle mamme. E poi i giochi, ristrutturati da un anno, con il fortino (arrampicata e due scivoli) al centro e le altalene, messe ai due angoli opposti. Utile no? I bimbi non rischiano correndo di finire sotto un’altalena che dondola. Quelle dei piccoli sono sulla destra, quelle dei grandi dalla parte opposta. File differenti.

Non sono tanti i giochi, è vero, ma è tanto lo spazio. Qui si può correre, giocare a nascondino, a palla, raccogliere foglie o sedersi per terra. D’estate è ombroso, perché gli alberi sono alti. Non mancano i cestini, buono per un parchetto così piccolo. Manca una fontana, sempre più raro nei giardini di quartiere.
La strada (di per sé poco trafficata) è lontana, quindi niente rumore di macchine e niente rischio che la palla esca e i bimbi la rincorrano.

Intorno al giardino ci sono i palazzi, coperti dagli alberi e due scuole: la media di via Martinetti e la scuola dell’infanzia. Ma la scuola dell’infanzia da 6 anni è chiusa e l’edificio è abbandonato, tra le sterpaglie. Questo rende meno frequentato il parchetto, rispetto al passato. Gli abitanti di via Martinetti e la scuola media denunciano lo stato di abbandono e dicono che anche il giardinetto ne risente. Per questo meglio frequentarlo nelle ore diurne, quando più bimbi oltrepassano il cancello d’entrata.

L’impressione, passandoci qualche ora, è che questo giardino potrebbe essere una vera chiccha per il quartiere (ci sono diverse scuole in zona), ma ha bisogno di essere più animato,più frequentato, com’era fino a qualche tempo fa....

di Cristina Colli

Zona: 
Zona 7 - Porta Vercellina, Baggio, De Angeli, Forze Armate, San Siro
Legenda: 


Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero