I giardinetti di via Zendrini e il Parco Berna Ciclamini

Teaser Description: 
Chi l'ha detto che i cortili non esistono più?
Mappa piccola: 

Javascript is required to view this map.


Javascript is required to view this map.

Chi l’ha detto che a Milano i cortili non esistono più. Magari non quelli di una volta: un quadrato d’asfalto sotto i balconi di casa, delimitati dal cancello d’ingresso, dove giocare a palla, a nascondino e passare pomeriggi interi sotto l’occhio vigile di mamme che si affacciano e vicine di casa che brontolano e sorridono.
Ma se non ci limitiamo al vero senso della parola, i cortili esistono ancora, o meglio è quell’atmosfera ad esistere ancora. C’è in alcuni giardini di zona, quelli più piccoli e nascosti. Quelli che “servono” magari due vie, dieci palazzi.

giardinetti via ZendriniUna versione contemporanea di cortile è sicuramente il giardinetto di via Zendrini (zona Primaticcio): cinque panchine, un recinto in legno a prova di bambino, qualche albero, uno scivolo, quattro altalene e tre dondoli. Il classico giardinetto di quartiere.
Qui i bambini e le mamme della zona si conoscono tutti e crescono insieme, da quando sono in carrozzina a quando il prato, per giocare a palla, diventa troppo piccolo. Le facce che dopo l’asilo si danno appuntamento in via Zendrini sono sempre le stesse. Si creano, di anno in anno, i gruppetti, in base alle età e alle attitudini, ma la comunità è assicurata.
Merende e giochi in comune, feste di compleanno nell’erba a cui alla fine tutti partecipano, passaparola su negozi e attività in zona, in primavera, tempo di iscrizioni ad asili e scuole, è boom di consigli e condivisione di dubbi e preoccupazioni. Qui si gattona, s’impara a camminare e si inizia ad andare in bicicletta. Lo spazio è piccolo e quindi i bambini sono sempre sotto controllo. Le altalene sono sulla destra, nel prato, staccate e al sicuro dalla zona scivolo e dondoli e dal circuito (un percorso tondo di 50 metri) in cui si può andare in bici o pattinare. Poi c’è il prato, con gli alberi e un po’ di spazio per correre e ricorrere la palla. Fuori dal cancello biciclette e cani, che aspettano. Non c’è la fontanella, ma basta uscire e in due minuti eccola subito lì.

Ma poi si cresce e il “parchetto” di via Zendrini stringe. Serve spazio. Bastano poche centinaia di metri ed eccoci al Parco Berna Ciclamini, con i suoi oltre 55 mila metri quadrati a disposizione. Diciamo subito che è l’ideale per mamme in carrozzina: vialetti asfaltati e ombreggiati da grandi alberi ed è un via vai di bebé a passeggio. Ma è l’ideale anche per i più grandi.
Ci sono due aree giochi. Quella per i più piccoli è molto assolata al pomeriggio (ma in autunno e primavera si sta benissimo). Ci sono i soliti giochi: altalene, dondoli, scivolo ecc. Unico lato negativo: le altalene sono al centro del “recinto”, quindi i piccoli rischiano spesso di finirci troppo vicini. Poi c’è l’area per i più grandi: altalene, scivolo con percorso e ponte e altro scivolo.
Tutto intorno ci sono i vialetti, la pista da pattinaggio, il campo da pallacanestro, da calcio, da pallavolo. E poi c’è una vasta area per i cani, diversivo ideale per i bimbi attirati da Fido. Come in via Zendrini anche qui niente bar. Ma la domenica e in privera-estate passa sempre, a metà pomeriggio, il carretto dei gelati.

 

Zona: 
Zona 7 - Porta Vercellina, Baggio, De Angeli, Forze Armate, San Siro
Legenda: 


Accesso Zendrini: via Zendrini

Accessi Berna Ciclamini: via Berna, via dei Ciclamini, via delle Margherite

Mezzi pubblici: M1 (fermate Inganni e Primaticcio), bus 58-63

 

 

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero