Gardaland per piccolissimi

Teaser Description: 
Weekend nel parco con bimbi sotto i 4 anni. Ecco cosa fare e le novità 2011

Troppi per Gardaland? I bambini sotto i 4 anni al parco? Il dubbio è legittimo. Ci si chiede: Ci saranno giostre per lui? Cosa capirà? Un weekend intero non è lungo? Abbiamo provato: passeggino e mappa in mano, alla ricerca del Gardaland under 4 anni.

Il parco
Si parte dal portone, con musica e Prezzemolo e altri personaggi, grandezza umana, che accolgono, con sorrisi e abbracci. E già il piccolo è stupito e divertito. Le prime due attrazioni sono alla portata dei visitatori “passeggino dotati”. A sinistra la Giostra dei cavalli, stile Mary Poppins, a destra il Trans Gardaland Express. E’ un trenino che, guidato da una locomotiva old style, permette subito di dare uno sguardo d’insieme, dall’alto. Si passa attraverso gallerie con fiori che cantano come in Alice nel Paese delle meraviglie, e se si è fortunati, ci si può imbattere anche in uno scoiattolo, vero. Questa è l’attrazione migliore da cui partire con i piccoli: li mette a loro agio, li fa abituare, con qualcosa di famigliare, a quello che succederà. Ed è l’ideale in caso di pioggia.

Nella casetta-albero
Ma il regno dei piccoli è poco dopo, sulla sinistra: Fantasy Kingdom. Dodici mila metri quadrati coloratissimi, con fontane divertenti, alberi che aprono la bocca, spruzzi e getti d’acqua e attrazioni proprio per i più piccoli. E’ come entrare in un Gardaland in miniatura, dentro Gardaland. Al centro c’è l’Albero di Prezzemolo: un grande albero con una chioma arancione, è la casa del famoso pupazzo onnipresente nel Parco. Si sale, all’interno del tronco, arrampicandosi su una scala in legno per scoprire, stanza dopo stanza, la tana. Arrivati in cima si può girare sulla chioma, guardando tutto dall’alto. I passeggini non riescono a scalare, meglio lasciarli all’entrata. Davanti a tutte le attrazioni di quest’area di Gardaland si creano liberi e improvvisati parcheggi di passeggini. C’è poi Doremifarm: una fattoria coloratissima e rumorosa da scoprire a bordo di bombati trattori. Ci sono maiali, asini, oche, cavalli e tutti gli animali in mezzo ad attrezzi dei campi e fiori e covoni di fieno. Sul trattore ci si sta anche in quattro, due piccoli davanti e i due genitori dietro.  A fianco un altro trenino, il Funny Express, che attraversa boschi con funghi giganti e gnomi delle fiabe. Per i più coraggiosi c’è anche il Volaplano: aeroplani coloratissimi e dalle forme rotondeggianti che sorvolano a 5 metri d’altezza tutto il Fantasy Kingdom, Insomma in questa parte di Gardaland ci sono le attrazioni classiche, versione piccoli visitatori. Come il Baby Corsaro, che è una “ruota” tradizionale, ma in piccolo con vascelli al posto delle cabine consuete. O come il Saltomatto che, in piccolo, ricorda le forti emozioni di giochi da “grandi”. 

Baby pit stop

E poi ci sono il Teatro dei Burattini e case coloratissime con dolci e giochi di ogni tipo. Un’ala della zona è dedicata alla Nursery con "spazio cambio”, "spazio pappa" e "spazio giochi", per intrattenere i fratellini un po’ più grandi. Questo è il regno dei più piccoli, ma è divertente anche girovagare per tutto il parco, salendo magari sulle attrazioni più soft o semplicemente osservando incuriositi il villaggio dei cowboys, salire sulla nave dei Corsari (per i piccoli più coraggiosi e che non temono il buio) o guardare lo spettacolare Fuga da Atlantide.  Un consiglio? Meglio entrare con il passeggino. E’ utile per gli spostamenti nel parco ed è un ottimo “porta oggetti”.

L'acquario

Se si hanno due giorni a disposizione una mattina è da dedicare a Gardaland Sea Life Aquarium. E’ un Acquario piccolo, non immaginatevi quello di Genova, ma è in stile Gardaland, cioè molto alla portata dei bambini. Si gira a piedi (i piccolissimi in marsupio) e non c’è pericolo di sovraffollamento, perché le entrate sono a turno, le porte d’ingresso fanno entrare un po’ alla volta. Quindi non c’è la folla davanti ad ogni vasca. Da quest’anno c’è anche una riproduzione della barriera corallina. L’itinerario è scandito da un quiz: una domanda ogni sala, e alla fine c’è il premio. Servono al massimo un paio d’ore per l’intera visita. Fuori dall’Acquario c’è una comoda area pic nic con ghiaia a terra e un parchetto con scivoli, altalene e giochi. La novità 2011 è la Stanza delle Meduse, una sala interattiva multisensoriale per ammirare da vicinissimo le loro infinite sfumature, il loro fluttuare aggraziato e la loro elegante leggerezza.

Dormire a Gardaland

E’ divertente anche dormire a Gardaland. Il Gardaland Hotel, a poche centinaia di metri dal Parco e dell’Acquario, ha l’aspetto di un vero e proprio castello delle principesse, ovviamente è rosa. Un grande parco interno (dove i più piccoli possono correre), fontane giganti, Prezzemolo ovunque, anche inciso sulla cornice dello specchio dei bagni, pasti a buffet o alla carta, seggioloni, lettini per i piccoli, animazione serale. Da quest’anno ci sono anche camere a tema, Princess Kingdom: letti a baldacchino e grandi cuscini rosa per vivere da principesse la propria fiaba. E’ un albergo di alto livello, ma family friendly. Un esempio? Mentre si mangia o ci si muove in sale dorate ci si imbatte spesso in Prezzemolo, che cammina come niente fosse. Per raggiungere il Parco c’è anche una navetta gratuita. Diciamo che è un rinforzo all’atmosfera da magia che ci si regala con due giorni a Gardaland.
 

Informazioni:
Fino al 16 giugno il parco è aperto dalle 10 alle 18, dal 1 giugno all’11 settembre Gardaland apre alle 10 e chiude alle 23.
Gardaland See Life fino all’8 agosto apre alle 10 e chiude alle 18. Dal 9 agosto all’11 settembre l’orario è 9.30-18.30.
Gardaland e Gardaland Sea Life e Gardaland Hotel sono a Castelnuovo del Garda (Verona) L'entrata del parco si trova sulla SS 249 (gardesana orientale) tra Peschiera e Lazise
: www.gardaland.it  www.gardalandhotel.it

Zona: 
Fuori città
Legenda: 


Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero