Elephant Parade

Teaser Description: 
A spasso per la città invasa dagli elefanti
Mappa piccola: 

Javascript is required to view this map.

Javascript is required to view this map.
Girando per la città in questo periodo capita spesso di incontrare un elefante.  Davanti al primo quasi non ci si ferma, poi al secondo ci si inizia a fare qualche domanda, al terzo si legge la targhetta e al quarto scatta la voglia di capire cosa sta succedendo. E’ l’ Elephant Parade, la mostra a cielo aperto, che ha portato a Milano (prima volta in Italia) 80 statue di cuccioli di elefante, a grandezza naturale, coloratissimi, creati da artisti italiani e internazionali. 

L’idea Elephant Parade è nata nel 2007, per sostenere The Asian Elephant Foundation che cerca di proteggere l’elefante asiatico, specie a rischio di estinzione. L’edizione di Milano aiuterà gli elefanti ma anche la Fondazione Teleton, impegnata nella ricerca scientifica sulle malattie genetiche.  Gli elefanti in mostra per le strade della città fino al 15 novembre infatti verranno poi messe all’asta,  in collaborazione con Christie’s, il 22 novembre al Palazzo del Ghiaccio.

Dal centro storico ai Navigli, dal quadrilatero della moda a Malpensa, da Brera a Corso Venezia, dall’Arco della Pace a Piazza Piemonte, da Porta Garibaldi a via Tortona. Sono ovunque. E allora Radiomamma ha provato a fare uno dei tanti giri possibili alla scoperta della Milano invasa dagli elefanti. 

----Partenza da Piazza Liberty:  ecco Nello T. (figlio di Mara) un elefantino rosso, firmato da Ferrari Design

---Corso Vittorio Emanuele: ecco Vinci, un elefantino bianco, decorato con figure umane coloratissime, creazione di Vincenzo Gallo “Vincino”.
---Corso Vittorio Emanuele- Davanti a Gap: c’è uno dei due elefanti di ViviMilano (l’altro è in Corso Garibaldi). Per ora è bianco e giallo ricoperto di punti interrogativi. Perché? Perché l’artista potresti essere tu. Si può mandare entro il 13 ottobre idee e progetti . Il 2 novembre saranno esposti gli elefanti dei due vincitori

---Corso Vittorio Emanuele –piazza San Carlo lato galleria Passerella: c’è Mosha in Italy, di Nipapat Yaimali. Colore grigio, occhi aperti e una zampa “ingessata” con cuori dai colori italiani

---Piazza San Babila: c’è Elephamm, elefantino creativo, seduto e con le zampe anteriori verso l’alto (Alberto Pasquini / Massimo Fabbro), c’è l’elegante L.A.Star , elefantino blu luccicante di Vincenzo Marsiglia e infine Futuro l’elefante con una piramide in groppa di Alfredo Futuro
---Corso Matteotti: davanti al numero civico 1 c’è Kiss Him (Barnaba Fornasetti) un bianco elefante ricoperto di baci rossi, davanti dal civico 9 Scratch (Joost van Bleiswijk) elefante alla catena di uno gnomo.
--Boscolo Hotel vetrina via Matteotti: What a wonderful world di Blue & Joy è un elefante divertente, decorato con colori e parole
---Arrivo Piazza della Scala: il nostro giro finisce con Arcobaleno (di Marcello Lo Giudice) un elefante coloratissimo, una macchia di colore davanti alla Scala

E se riuscite merita una visita Giustino, è in Corso Venezia, davanti al museo civico di Storia Naturale.  E’ verde, rosso, viola, giallo, di tanti colori e a righe. L’autore è Lorenzo Macrì / un bimbo della Scuola Primaria San Giusto di Milano Classe 1° elementare. E’ lui il vincitore del concorso organizzato da Elephant Parade per le scuole elementari e medie milanesi. I bozzetti sono in mostra fino a giovedì 6 ottobre nella hall dell’ l’Enterprise hotel, in corso Sempione 91.

Ma gli elefanti son molti altri, sono ottanta…..basta trovarli (www. elephantparade.com)  
Buona ricerca a tutti!

Cristina Colli

Zona: 
Zona 1 - Centro storico
Legenda: 


Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero