A spasso all’Oca

Teaser Description: 
Le Officine Creative Ansaldo sono uno spazio anche per i bambini

Diciamola tutta: fa veramente effetto entrare qui dentro, soprattutto se si è alti 1 metro o poco più. L’Oca, Officine Creative Ansaldo, è uno spazio immenso.

Immaginatevi una vecchia fabbrica, padiglioni altissimi, open space di migliaia di metri quadrati, scale larghe quanto un palazzo... I piccoli, ma anche voi, prima ancora di capire cosa c’è lì dentro, starete dieci minuti a testa in su, per prendere le misure.

L’Oca è uno spazio per la creatività, dietro la stazione di Porta Genova (entrate via Tortona 54 o via Bergognone 34) nei padiglioni delle Ex officine Ansaldo.  In via sperimentale sono affidate dal Comune alla Barley Arts. Qui si fanno: spettacoli, concerti, mostre, incontri, corsi e laboratori, per tutti....

All’Oca le famiglie possono andarci per gli appuntamenti dedicati: Per i bambini dai 3 anni al venerdì c’è animazione gratuita dalle 15 alle 18. Il sabato e la domenica con l’Accademia del gioco dimenticato: giochi dalle 16 alle 17 e dalle 17 alle 18 laboratori di costruzione giochi (con almeno 4 bambini iscritti, da 5 anni, 5 euro a Bimbo. (F. REALI tel. 328 9065684 - 333 9893378) Oppure ci sono i laboratori musicali e artistici di Musicaingioco (il sabato ogni tanto, 15.30-17, Costo: Costo: mamma + bambino  euro 8 (www.musicaingioco.com /3388449102).
Oppure, su prenotazione, si possono organizzare feste di compleanno, nelle zone bar.

All’Oca le famiglie possono anche fare “due passi” per curiosare.
Bambini piccoli per mano o molto sotto controllo. Lo spazio (quando non ci sono eventi dedicati ai piccoli) è molto grande, pieno di materiale per le installazioni e gli allestimenti. Insomma non è un parco giochi e neppure un museo del giocattolo.

Partiamo da via Bergognone. Entrando, subito a sinistra, ecco il primo padiglione: Spazio Agorà. Un grandissimo rettangolo su due livelli, con altezze diverse. Qui si ospitano conferenze, spettacoli teatrali, i laboratori dei bambini. E’ lo spazio per la Collettività. I bimbi ne hanno da correre. Sul lato sinistro un piccolo baretto. Percorretelo tutto (guardandovi intorno potrete incappare in una mostra, in un’installazione). Quando siamo entrati stavano allestendo lo spazio per uno spettacolo teatrale. Lavori in corso e in un angolo una “strana” bicicletta...

Usciti dall’altro lato si entra nel secondo padiglione (più caldo), lo Spazio Palco. E’ quello più rock, dove si fa musica live, concerti, soprattutto la sera. Anche qui un bar, più grande, con tavolini e sedie. C’è anche una piccola libreria (che segue i temi degli eventi in programma per la vendita dei libri) e un gioiellino per i genitori: un negozietto di dischi in vinile...

Poi si sale. Scale (c’è anche l’ascensore se siete con passeggino) con murales colorati, che tolgono il grigiore della fabbrica. Sono opera dei ragazzi dell’Accademia di Brera. Qui la sosta con i bambini è d’obbligo. Minuti e minuti a osservare i muri dipinti.

Arrivati su, c’è il primo piano. Questo è il posto per le mostre, per alcuni laboratori e spettacoli. E qui ci sono le “cinque residenze”. Sono angolini, uno dopo l’altro, di cinque artisti che lavorano qui. Il primo crea maschere teatrali, poi c’è la falegnameria, poi uno spazio dedicato al colore (pieno di tele dipinte), poi l’artista che crea costumi teatrali e televisivi e infine la serigrafia. Cinque realtà all’opera, che affascinano i bambini. Possono avvicinarsi, “toccare” un po’ e chiacchierare con gli artisti. In fondo un baretto.

Oca è aperto quando ci sono gli eventi, quando gli eventi vengono allestiti....Dal 20 marzo i bar saranno aperti da colazione a sera, merende comprese. Per vedere cosa succede a Oca: https://www.facebook.com/officinecreativeansaldo

a cura di Cristina Colli

Zona: 
Zona 6 - Barona, Lorenteggio, Giambellino, Porta Genova
Legenda: 


Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero