Tempo al Tempo

Teaser Description: 
Un progetto di Orma e Mitades per valorizzare il tempo delle famiglie

Conciliare scuola, lavoro e famiglia e valorizzare il tempo libero, rendendolo di qualità, a costi limitati per mamma e papà?  E' questo l’obiettivo di Tempo al Tempo, un progetto sociale attivo da qualche mese, nato dalla collaborazione di due associazioni no profit: L’Orma (orientata soprattutto sui bambini dai 6 anni) e Mitades (che segue il target 0-5 anni). “Le attività sono partite a settembre – racconta Ilaria Salvo, responsabile organizzativa e amministrativa del Progetto - con l’obiettivo di offrire un servizio a 360° alle famiglie di Milano, attività sviluppate in uno spazio e in un tempo progettati a partire dalle esigenze dei bambini e dei loro genitori”. Tutte le attività si svolgono presso lo Spazio Gorlini, dentro il parco di Trenno. Al lavoro un team di circa 15 persone: 9 educatori, 2 neuro psicomotriciste, 1 psicologa, 1 referente organizzativo, 1 coordinatrice marketing e comunicazione ed 1 supervisore generale. E finora già 300 famiglie hanno usufruito dei servizi del progetto, ripensando al loro Tempo.
Quali sono i servizi organizzati?
Qualche esempio. Ci sono le Domeniche per noi: sono giornate di giochi e attività per le diverse età dei bimbi, si va dai tornei per famiglie ai laboratori manuali, dalle attività psicomotorie ai giochi all’aperto. Poi c’è Cullami. Sono incontri settimanali per mamme in attesa e neo genitori, con bimbi fino all’anno d’età. Oppure Genitori s’impara: incontri mensili di in-formazione per genitori, su tematiche educative, a cadenza mensile. Un altro servizio è Apprendi-tempo. E’ uno spazio Post-scuola dove poter lasciare i propri figli (dai 6 ai 10 anni) insieme ad un educatore che li aiuterà a fare i compiti e/o creare giochi e attività ludico educative. La possibilità di regalarsi un po' di Tempo libero, lasciando i propri figli in un contesto sicuro ed affidabile. E poi ci sono i campus estivi per bimbi dai 15 mesi ai 13 anni. 
Le varie attività sono a pagamento?
Per dare la possibilità a tutti di usufruire dei nostri servizi, apriamo, di volta in volta, una raccolta fondi legata all’attività, cui tutti possono aderire (aziende e privati). Così siamo in grado di mantenere una quota di partecipazione economicamente sostenibile, per attività quali i campus o il cullami, o addirittura di erogare le attività ad offerta libera, come le Domeniche per Noi o Ap-PrendiTempo. Abbiamo previsto diverse agevolazioni per alcune categorie, tra cui le mamme che non hanno il riconoscimento della maternità nel rapporto lavorativo, le famiglie con più di 3 figli a carico, i nuclei monoparentali o famiglie che versano in situazioni economiche difficoltose.
E il progetto allora come si mantiene economicamente?
Tempo al Tempo è sostenuto economicamente dall’autofinanziamento delle associazioni erogatrici, che devolvono parte dei loro ricavi al progetto e che vi dedicano ore di lavoro a titolo volontario, dalle offerte libere dei partecipanti alle attività, dai contributi economici delle piccole e medie aziende del territorio e da eventuali fondi derivanti da bandi pubblici o privati.
.
info@tempoaltempo.org www.tempoaltempo.org

di Cristina Colli

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero