Quando un gruppo di future mamme sale sul palco

Teaser Description: 
Al via un laboratorio di teatro comico per gestanti

Vi ricordate le acrobazie per allacciarvi le scarpe in gravidanza? E gli spostamenti da un fianco all’altro a letto? Che fatica, ma anche….che ridere. Ammettiamolo, la gravidanza ha degli aspetti comici. E prenderla con un sorriso spesso aiuta. Così è nato “L’attesa semi-dolce”, un laboratorio di teatro comico per gestanti, che prende il via il 21 settembre. “Il progetto è nato con un sano intento dissacrante nei confronti del misticismo imperante che circonda l’argomento maternità” spiega Alessandra Pieratelli, docente e promotrice del corso. Alessandra ha 38 anni, “professione mamma (soprattutto!) e clown sociale”. E’ anche presidente dell’Associazione Towanda, nata per diffondere la cultura della clownerie come strumento pedagogico, educativo e di emancipazione sociale.
Cosa significa corso di teatro comico per gestanti?
In modo pratico, le partecipanti saranno invitate ad improvvisare da sole o in gruppo, sulla loro condizione di dolce attesa. Da queste improvvisazioni sarà mio compito lavorare sull'aspetto comico delle situazioni createsi. Inviterò anche a scrivere dei pezzi a casa su argomenti che riguardano la loro gravidanza da leggere eventualmente alle altre. Non è necessario avere precedenti esperienze teatrali e lo sforzo fisico richiesto è compatibile con la condizione di dolce attesa.
Quali sono gli argomenti che tratterete?
Ci si confronterà soprattutto sugli aspetti comici delle situazioni, ma anche della personalità di ogni partecipante, in modo che ciascuna possa individuare la propria personale leggerezza nel vestire la condizione di donna in attesa, stato d’animo poetico ed irripetibile, ma proprio per questo a volte eccessivamente faticoso da sostenere.
Qualche esempio?
 “Anche le foglie d’insalata hanno un’anima”, cioè l’ipersensibilità di una donna in gravidanza. Oppure: “Quel bel tiramisù”! Tutti i divieti, giustissimi ma poco divertenti, accompagnati da frasi benpensanti che triplicano il tuo senso di colpa. E poi:“L’attesa infinita”, cioè Ma quanto dura ancora?  E anche: “Traffico: scontro ineluttabile fra pance”. Il cambiamento fisico vissuto come perdita di femminilità.
Obiettivi del corso?
I tre incontri previsti hanno un duplice obiettivo: far scoprire l’enorme potenziale creativo legato al periodo della gestazione, e lavorare sui più “tormentosi” fastidi della gravidanza rendendoli pubblici, condivisi, comici e innocui agli occhi delle partecipanti, nella convinzione che molte volte quello che viviamo, come disagio, non è altro che un sano attacco al nostro desiderio di perfezione.

Info:  c/o Spazio Milk, P.za delle Associazioni, 20098 Melegnano (MI)
Tre incontri da 180 minuti, il Venerdì dalle 09.30 alle 12.30, Si parte il 21 settembre, poi 28 settembre e 5 ottobre 2012, Costo: 45 euro, per Info e iscrizioni: dal lunedì al venerdì dalle 16.00 alle 19.00 Tel 02.98 23 06 43 spaziomilk@gmail.com

di Cristina Colli

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero