Lo "scambio libro" del Vigentino

Teaser Description: 
Dall’idea di un gruppo di cittadini è nato un bookcrossing di quartiere, di successo

“Ci troviamo al Bar Lisa ogni lunedì sera, all’angolo con via Ripamonti, in una saletta che praticamente è riservata a noi ormai”. Inizia così il racconto di Marco Alberti, del comitato Vigentino per Milano (zona5) che con altre nove persone ha creato a un bookcrossing di grande successo: “Vengono anche da altre zone ora a vedere come funzioniamo, per replicare, come il comitato di zona 6, Giambellino. Sono venuti a vedere e ora ce l’hanno anche loro”. L’idea è venuta chiacchierando, cercando iniziative che creassero partecipazione alla vita di quartiere... Ora, dopo un anno, l’appuntamento è fisso, il secondo sabato del mese e i libri che circolano sono centinaia e centinaia.

Ci racconti come funziona la preparazione e il giorno dell'appuntamento con i lettori?

Abbiamo un migliaio di libri ormai. Le biblioteche di zona ci hanno aiutato molto. Il giorno del bookcrossing li esponiamo. C’è un banchetto d’ingresso e uno di uscita. Chi arriva deve portare massimo dieci libri. Va bene tutto: dal romanzo, al giallo, dal libro di cucina a quello di favole. Non accettiamo solo i testi scolastici e le guide turistiche troppo datate o i manuali di computer e cose del genere.  Tu arrivi, dai i tuoi libri e ricevi un bigliettino con indicato il numero di testi consegnati. A quel punto puoi girare a curiosare e puoi portarti via massimo lo stesso numero di libri che hai portato.  

E il tutto dove avviene?

Per le prime edizioni tenevamo i libri nei bauli delle nostre macchine, poi abbiamo avuto il patrocinio del consiglio di zona, così da quel momento teniamo i libri archiviati al Cam di via Verro. E d’inverno il bookcrossing si fa qui. D’estate invece nell’anfiteatro di fianco al Cam, nei giardinetti tra via Verro e via Coari.

E' diventato un evento di quartiere come volevate nei vostri progetti?

In media ogni volta vengono 100, 120 famiglie, e i libri tra entrata e uscita ogni volta sono mille e cinquecento. Il bello è la partecipazione attiva delle famiglie, dei bambini. E così ogni volta cerchiamo di organizzare anche eventi per intrattenere i piccoli: laboratorio creativi, letture. Il 15 dicembre, al prossimo appuntamento, ci sarà una grande tombolata.

Come vi hanno conosciuto e vi fate conoscere in quartiere?

Alcuni dei nostri sostenitori più appassionati sono anche negozianti e quindi parlano di noi e appendono nei negozi la nostra locandina. Poi volantiniamo davanti alle scuole. E’ il passaparola il trucco!

Prossimi appuntamenti: 15 dicembre e 12 gennaio, dalle 14.30 alle 18 al Cam di via Verro

di Cristina Colli

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero