La Libreria dei Ragazzi

Teaser Description: 
Una sfida iniziata nel 1972 che prosegue anche oggi

La sfida all'editoria tradizionale di Gianna e Roberto

"Andavamo controcorrente. C'era c'era una grande perplessità da parte degli editori: era il 972 e i libri per ragazzi si vendevano nelle librerie per adulti solo a Natale! Basti dire che oltre metà delle librerie di Milano non tenevano Rodari (pubblicava presso gli Editori Riuniti e quindi era messo 'al bando' per motivi politici).

Roberto Denti racconta così  il clima culturale in cui, lui e la moglie Gianna, decidono di aprire in via Tommaso Grossi la prima libreria dei ragazzi in Italia, la seconda in Europa. "I primi clienti furono un certo tipo di insegnanti di scuole elementari, che facevano capo a un'associazione culturale molto aperta alle nuove forme di educazione". Una libreria

E le famiglie di quartiere come hanno accolto la libreria?
Siamo rimasti in zona Duomo per trent'anni e, da cinque, ci siamo trasferiti qui in via Tadino, dove abbiamo trovato uno spazio perfetto. In realtà non ci siamo mai considerati una libreria di quartiere, ma una libreria milanese per ragazzi. Quando abbiamo aperto il negozio siamo stati molto aiutati dai maestri che informavano i bambini e lerispettive famiglie della nostra esistenza: in questo modo non siamo diventati una libreria di quartiere, ma un luogo dove si portano i bambini! Oggi genitori e ragazzi arrivano da ogni parte della città, soprattutto il sabato quando organizziamo incontri e laboratori.

Perchè piacete tanto ai milanesi?
Forse perchè oggi viviamo in una società particolarmente difficile per un bambino: non esiste più la vita di gruppo ed è come se ognuno crescesse 'da solo'. Quindi i libri si possono considerare a tutti gli effetti degli importanti strumenti di crescita. Ma devono essere usati correttamente

In che modo?
Il libro nella famiglia è uno strumento per stare insieme. E' importante che i genitori comincino a guardare i libri con i propri figli da quando sono piccolissimi e a leggere le storie ad alta voce. E poiché i bambini leggono prima le figure delle parole, è fondamentale proporre immagini sempre diverse e non stereotipi: perché se il bambino si abitua a figure stereotipate, poi anche le parole diventeranno stereotipo. La scelta del libro nella primainfanzia è quindi importantissima. Noi, come libreria,abbiamo il compito di proporre un panorama letterario ricco e sempre diversificato.

 

La libreria dei Ragazzi. via Tadino, 53 - Milano 02/29533555 
info@lalibreriadeiragazzi.it www.lalibreriadeiragazzi.it

 

 

 

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero