Impariamo ad andare al cinema

Teaser Description: 
Una guida insegna a scegliere i film giusti per età e per gusti

Guida ai film per ragazzi de Il CastoroUna guida aiuta a scegliere i film più adatti ai vostri figli

A che età si comincia ad apprezzare un film? Quando si possono portare i bambini al cinema? Meglio Harry Potter o un classico Disney? Domande che molti genitori si sono posti e che ora trovano risposta in un libro: “La Guida ai film per ragazzi” edita da Il Castoro e compilata da Michele Ravasio, Mattia Mariotti, Francesco Zurlo con Barbara Sorrentini e Orietta Mizzoni. Ogni film è presentato in una scheda, oltre a titolo, interpreti e dati tecnici, sono indicate le categorie tematiche di riferimento, il genere e l’età consigliata per la visione. Un lavoro durato tre anni per creare una guida cinematografica adatta ai bambini da Bambi alla Sirenetta passando per il Maggiolino tutto matto, Herbie. Ci racconta questa iniziativa Michele Ravasio, coordinatore della redazione.

Da che età si possono far vedere film ai bambini?
Difficile dirlo. Ci sono genitori che ci provano da subito, ma spesso, se si sbaglia con le prime proposte, si rischia di non far nascere nei piccoli la passione per il grande schermo. Già dai tre anni si può cominciare con i classici Disney in home video, film come Gli Aristogatti visivamente molto apprezzabili anche dai più piccoli.

Questa guida elenca e descrive tutti i film per ragazzi?
Era impossibile segnalare tutti i film adatti ai ragazzi. Abbiamo scelto le pellicole, uscite nelle sale cinematografiche, che sono reperibili in dvd o blu-ray. In totale sono più di 700 film adatti a un pubblico fra 0 e 14 anni. Ci sono film per tutti (ad esempio UP), film per i più piccoli, i bambini delle scuole elementari, e infine pellicole per i più grandi, i ragazzi delle scuole medie, come Twilight o un classico come I 400 colpi di Francois Truffaut.

A chi è destinato il libro?
Prima di tutto ai ragazzi perché è scritto in un linguaggio comprensibile, con grafica e immagini semplici, adatte ai più giovani. È però anche uno strumento per genitori e insegnanti che possono attraverso la guida creare percorsi didattici. In diversi incontri ci siamo resi conto che i docenti cercano strumenti per far conoscere il cinema, nonostante i problemi di mezzi e tempo da dedicare a lezioni su questo argomento.
 
Come sono costruiti i percorsi fra film?
Nella scheda di ogni film sono segnalate almeno altre tre pellicole sotto la dicitura “Se ti piace vedi anche”. Questo è un primo percorso di visione, ma anche le categorie (adolescenza, famiglia, scuola, natura, epoche storiche ecc…) sono rimandi tematici. C’è un glossario con i termini tecnici e approfondimenti su alcuni temi dal 3D al Fantasy, dai Supereroi agli Animali davanti alla macchina da presa.

Avete consultato anche dei bambini per compilare la guida?
Abbiamo raccolto i consigli dei figli di chi lavorava alla guida, ma soprattutto abbiamo voluto seguire un approccio particolare alla visione dei film mantenendo sempre attenzione al divertimento dei più giovani fra gli spettatori.

Chiediamo un consiglio: quale il percorso cinematografico da fare nelle diverse età?
Cominciando dai tre anni si può partire con film come quelli di Winnie The Pooh, Gli Aristogatti, ma anche la serie L’era glaciale che ha un disegno semplice e comprensibile. Per i bambini dai sei anni in su consiglierei film come Galline in fuga che, oltre a un’animazione godibile, può portare alla discussione di temi importanti dalla morte all’Olocausto. E ancora i film tratti dai libri di Roald Dahl come La fabbrica di cioccolato. Per i più grandi si può andare su classici degli anni Ottanta, film su ragazzi, ben recitati e ancora molto divertenti e godibili, come I Goonies e Ritorno al Futuro.

Chiara Pizzimenti
 

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero