Future mamme parlano al pancione

Teaser Description: 
Alla Martesana si impara la comunicazione madre-figlio con silenzi e suoni

Un’ora e mezza di dialogo con il proprio bimbo in pancia, senza usare le parole. Suona strano? “La donna in gravidanza vive una condizione privilegiata di maggiore accessibilità a quel linguaggio non verbale fatto di silenzi e pause più dilatate e suoni impercettibili”, assicura la musicoterapeuta Marta Rossi. Con Serafina Schittino (Psicologa e musicoterapeuta) ha dato vita a Sonorità Pregnanti, che organizza percorsi di comunicazione non verbale per donne in gravidanza dal 4° al 9° mese e donne e coppie che hanno difficoltà nel concepimento. E’ appena partito (il 6 maggio) un ciclo di incontri gratuiti all’Anfiteatro della Martesana, il lunedì dalle 13.30. “Non abbiamo una sede, sappiamo delle fatiche negli spostamenti delle donne in gravidanza. Per  questo motivo tentiamo di collaborare con spazi e associazioni su più punti in Milano. In questo momento collaboriamo con Spazio Mitades in zona Trenno, Villa Pallavicini in zona Viale Padova, e all’Anfiteatro della Martesana”, spiega Marta.

Perché Sonorità Pregnanti?
Come sostiene Rolando Benenzon (entrambe ci siamo specializzate nel Modello Benenzon a Buenos Aires), crediamo che esista una parte sonora inconscia della nostra personalità, che abbiamo dimenticato e che può facilitare la comunicazione con l’Altro attraverso il non verbale. E questa parte dimenticata il bambino, dentro e fuori dalla pancia, la manifesta in modo evidente, perché è l’unico tipo di comunicazione che conosce. E la donna in gravidanza inoltre vive una condizione privilegiata di maggiore accessibilità a quel linguaggio non verbale, fatto di silenzi e pause più dilatate e suoni impercettibili.

Ci spieghi perchè consideri utile comunicare senza parole con il bimbo che si porta in grembo?
Negli anni, attraverso la nostra esperienza professionale, abbiamo avuto conferme sul senso di continuità tra la vita intrauterina e le fasi più mature della vita, soprattutto nella relazione madre-figlio. Forti di un’esperienza costellata da situazioni complesse e di fragilità ci facciamo portavoce, attraverso la musicoterapia, della riscoperta, dell’utilizzo e del piacere della comunicazione non verbale, sonora, tra madre-figlio, fin dalla gravidanza, così da facilitarne la comunicazione anche dopo il parto, senza dover passare necessariamente dall’uso della parola. 

Come avviene l’incontro, ce lo descrivi?
Gli incontri avvengono in spazi più neutri possibili, con un materassino per ciascuna partecipante. Dopo una breve fase di rilassamento si passa alla libera improvvisazione sonora (non verbale) attraverso l’uso del corpo, della voce, degli strumenti musicali e dello spazio che ci circonda. Tutto senza l’uso della parola e senza musica preregistrata. In alcuni percorsi si possono unire momenti di conduzione, per esempio relativi alla costruzione di strumenti musicali con materiali di uso quotidiano, che permettano il recupero delle risorse sonore di ciascuna gestante.

Si può partecipare a un solo incontro o sono corsi veri e propri?
Offriamo percorsi di accompagnamento alla gravidanza (da un minimo di tre ad un massimo di dieci partecipanti) di 4/5 incontri che possono poi proseguire fino a dieci incontri, anche con inclusione dei partner a seconda della natura del gruppo. Organizziamo workshop di un incontro di un’ora e mezza e sessioni individuali e di coppia. Il costo è di 15 euro a incontro per partecipante, ma organizziamo anche percorsi gratuiti (come all’Anfiteatro della Martesana) nell’ottica di un intervento di promozione sociale.


Info: www.sonoritapregnanti.com fb: Sonorità Pregnanti. Marta Rossi 3497493169  marta.rossi@libero.it, Serafina Schittino 3475529402 sera_schittino@yahoo.it

di Cristina Colli

Bellissima iniziativa,

Bellissima iniziativa, peccato per l'orario.. una futura mamma, non ancora in maternità, è purtroppo impossibilitata a partecipare!

Bellissima idea!

Bellissima idea!

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero