BambinFestival-Diritti in Città

Teaser Description: 
Pavia: la città si ripensa per i più piccoli

BambinFestival PaviaE' stato quasi 20 anni fa, il 27 maggio del 1991: L'Italia ratificava la Convenzione Onu sui Diritti dell'Infanzia e s'impegnava a realizzare le migliori condizioni per rendere i bambini protagonisti di una vita piena, garantendo il raggiungimento dei diritti fondamentali e di tutte le opportunità per crescere sani, felici, istruiti e consapevoli.

Non è ancora possibile affermare che questo traguardo si sia realizzato per tutti. Per questo motivo, pensando a un modo per celebrare questa data e nello stesso tempo realizzare un evento che coinvolgesse il protagonismo e la creatività dei bambini, un gruppo di associazioni di Pavia ha sottoposto al locale Centro Servizi per il Volontariato una proposta.
Il Csv ha coordinato l'organizzazione e coinvolto circa 50 associazioni: l'evento si è dunque trasformato in BambinFestival, un Festival dedicato ai bambini e ai loro diritti che per 4 giorni, dal 27 al 30 maggio, occuperà le strade della città.

"Siamo partiti dal presupposto che in questa manifestazione dovessero essere davvero loro i protagonisti, come cittadini attivi perfettamente in grado non solo di esprimersi, ma anche di avanzare proposte all'amministrazione della città", spiegano dal Csv, che nelle scorse settimane ha consegnato alle scuole della provincia delle cartoline su cui far disegnare la "città ideale". Al Centro Servizi ricordano che esistono diversi esempi, in Italia, in cui i progetti estetici e di urbanizzazione sono stati realizzati tenendo conto dell'opinione dei più piccoli.

Il ricchissimo programma della quattro giorni presenta tutte le attività completamente gratuite e accessibili a passeggini e carrozzine. Ci sono proposte per stimolare la creatività (consultate i diversi laboratori, per alcuni dei quali è necessario prenotarsi) o per riflettere e diventare cittadini consapevoli (Legambiente realizza durante il festival la sua iniziativa 100 strade per giocare).
Sono proposte anche attività sportive e una specialissima rassegna di cinema, con pellicole di particolare bellezza che non hanno avuto distribuzione nelle sale commerciali.
Il più importante film in programma è il cartone francese "La profezia delle ranocchie", di particolare pregio estetico e che certamente stimolerà il dialogo dopo la proiezione. E poi due documentari, "Arimo" di Mirco Locatelli, realizzato in una scuola milanese e un secondo dedicato al primo scrittore italiano di narrativa per ragazzi, Mino Milani.
Tra merende e spettacoli, nelle vie del centro città, ricordate che domenica sarà allestito anche un "angolo fasciatoio" per i più piccoli, organizzato dal Gas locale per provare i pannolini lavabili.

Sabato e domenica i parcheggi intorno al centro città saranno gratuiti e alcune strade saranno chiuse al traffico. Dopo questa prima edizione, Pavia si candida a diventare sede fissa per un festival che renda davvero protagonisti i bambini.

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero