Antonio Morgese, il gelataio filantropo

Teaser Description: 
Con mini coni e tanti click, sosteniamo i bambini bisognosi di Milano

Rigoletto gelateria, 1 gelato 1 sorriso, radiomamma"Ce l'abbiamo fatta nonostante il tempo...è stato il mese di aprile più piovoso da quando faccio il gelataio, cioè da 15 anni". Ride Antonio Morgese, titolare delle gelaterie family friendly Il Rigoletto e papà di due bimbi di 7 e 9 anni che frequentano la scuola elementare di Piazza Sicilia...però la pioggia e il freddo  rischiavano di fare un brutto scherzo all'iniziativa "1 gelato, 1 sorriso" da lui ideata:  per tutto il mese di aprile, avrebbe donato 10 centesimi per ogni cono acquistato nei suoi negozi al progetto sociale per Milano più votato, tra una rosa di 5, dalla community di Radiomamma. 

I voti sono stati tantissimi, oltre 4 mila in un mese. E il vincitore della gara solidale, con il 37% delle preferenze dei genitori di Miano, è stato il Centro per il bambino maltrattato (Cbm) con il progetto "Piccole valige, grandi viaggi".

Antonio, la vendita di gelati come è andata?
Siamo soddisfatti: grazie ai coni acquistati, quest'estate contribuiamo a mandare in vacanza al mare 9 bambini dai 2 ai 12 anni che vivono nella comunità residenziale del Cbm! La risposta dei clienti, vecchi e nuovi, è stata incredibile: c'è chi è venuto in gelateria dicendo che aveva collaborato come volontario con il Cbm e che voleva sotenerlo, chi scopriva per caso della sfida solidale e poi tornava in negozio dicendo per quale progetto aveva votato e chi, ancora, ha pensato di segnalare l'iniziativa "1gelato, 1sorriso" attraverso le mailing list delle scuole vicine ai nostri negozi di via San Siro e di via Po. 

Non è stata la tua prima operazione filantropica...in zona Pagano eri già famoso per il sostegno alla comunità. Vuoi raccontarci come hai iniziato e perchè?
Con una visita all'ospdale Buzzi. Mia figlia, che allora aveva due anni, doveva fare l'esame delle urine e la pipì proprio non scappava...abbiamo aspettato un'ora, poi un'altra e un'altra ancora..non sapevamo più come farle passare il tempo ed è stato allora che ho notato l'assenza di una stanza dei giochi nell'area prenotazioni e accettazioni dell'ospedale. Stanze che, invece, esistevano in altri reparti. Cos' ho chiamato OBM Onlus, ho chiesto loro un progetto e l'ho sostenuto destinando una parte delle nostre vendite di coni.

Dal 30 maggio, le tue gelaterie diventano 3: apri anche in via San Marco. Continuerai a essere family friendly e solidale?
Sì. Anche questa gelateria proporrà mini coni con mini prezzi per i bimbi, bavaglie per non sporcarsi, seggioline per riposarsi e sostegno alle iniziative di quartiere. Siamo partiti con un carretto dei gelati alla festa dell'oratorio di San Simpliciano: tutto il ricavato della vendita servirà x rifare la pavimentazione.


Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a capire se sei un utente vero